Resta in contatto

Approfondimenti

Chiuso il mercato invernale del Cagliari: volti nuovi e saluti eccellenti

Il club di Tommaso Giulini dice addio a giocatori che hanno fatto la storia del club come Dessena, Sau e Farias e accoglie un mix di giovani e esperti

Alle 20 si è chiusa la sessione invernale del Calciomercato 2018/2019. Rispetto a poche settimane fa la rosa a disposizione di Rolando Maran è sicuramente rivoluzionata in tutti i settori. Infatti non fanno più parte della squadra Marco Sau, passato alla Sampdoria, Diego Farias e Marko Pajac ceduti all’Empoli (concorrente diretta per la salvezza), Daniele Dessena, accasatosi al Brescia di Massimo Cellino, e Marco Andreolli, ritornato al Chievo Verona.

VOLTI NUOVI. Il primo ad aver firmato il contratto è stato Valter Birsa. Fondamentale il suo arrivo per colmare il vuoto lasciato dal grave infortunio subito da Lucas Castro, che tornerà a disposizione a fine stagione. Dopo una fase di trattative, alcune delle quali non andate a buon fine (come l’arrivo dal Boca Juniors di Nahitan Nández), è arrivata un’accelerazione negli ultimi giorni: dal Nacional di Montevideo arriva il centrocampista classe 1996 Christian Olvia. L’uruguaiano ha effettuato le visite mediche, ha messo la firma sul contratto e poi ha fatto ritorno in patria per il permesso di soggiorno. Al suo rientro sarà subito a disposizione di Maran. Come il neo attaccante, il ventiduenne bulgaro ingaggiato dal CSKA Sofia, Kiril  Despodov. Sono arrivati inoltre Luca Pellegrini in prestito dalla Roma per la difesa, Fabrizio Cacciatore dal Chievo Verona e un altro difensore, il francese Maxime Leverbe dalla Sampdoria, già visto in Sardegna due stagioni fa con la maglia dell’Olbia e Cyril Thereau, giunto dalla Fiorentina in attacco. A loro si aggiunge Alessandro Deiola, di rientro dal prestito semestrale al Parma.

SALUTANO I SENATORI. La rivoluzione societaria messa in atto dal presidente Tommaso Giulini e dal ds Marcello Carli ha riguardato alcuni dei giocatori che hanno fatto la storia dell’ultimo periodo del Cagliari Calcio nell’ultimo decennio. Ad iniziare dall’ex capitano Daniele Dessena, che dopo otto stagioni ha lasciato il club per andare a giocare nell’ambizioso Brescia. Nell’ultimo giorno di mercato si registrano anche gli addii di Marco Andreolli, che ritorna al Chievo dopo avervi giocato già dal 2010 al 2013 (nell’operazione che ha portato in Sardegna Fabrizio Cacciatore), di Diego Farias, che chiude la sua esperienza con il Cagliari che lo aveva accolto nell’estate del 2014, e Marco Sau.

Per l’attaccante di Tonara si è chiusa stasera, con l’ufficialità del passaggio a titolo definitivo alla Sampdoria, una lunga storia d’amore, proseguita nelle ultime sei stagione con tante gioie ma anche momenti difficili.

 

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
ZioFranco
ZioFranco
1 anno fa

Dare un voto al mercato “a banco” non esiste. Il voto lo darà solo il campo

Giovanni
Giovanni
1 anno fa

Alla fine julius si e’ salvato in curva……per ora un plauso…..poi attendiamo il campo….un in bocca al lupo a tutti.

Jchnos
Jchnos
1 anno fa

Adesso tutti contenti. È da giugno che in tanti volevano la partenza di Andreolli, Farias, Dessena e Sau, quindi adesso tutto bene.
E alla fine sono anche arrivati due terzini, soprattutto quello sinistro e due nuovi attaccanti.
Benissimo e ora correre e lottare su ogni pallone.
FORZA CASTEDDU

Checcorossoblu
Checcorossoblu
1 anno fa

E per assurdo sono tutti potenziali titolari a dimostrare l’inconsistenza di un mercato estivo incompleto, e adesso quanto tempo ci vorrà per far inserire i nuovi?… Speriamo bene???❤️?

Gianni
Gianni
1 anno fa

Mi dispiace per Sau…ma da tempo sembrava un altro giocatore rispetto ai tempi migliori…cambiare aria gli farà bene….per il resto trovo ridicolo cambiare tanti giocatori a gennaio…significa che il lavoro fatto questa estate e completamente sbagliato come continuare a prendere gente over 33 anni che senso ha? Sbagliato tutto dalla scelta Maran alla rosa ci sarà da soffrire parecchio

Naufrago
Naufrago
1 anno fa

Alla fine è rimasto Cigarini. Può essere giusto così, visto che non è scarso e può essere ancora utile in mancanza di giocatori simili nella rosa, ma anche per non rinforzare delle concorrenti. Peccato che a Giugno parta senza che ci si possa ricavare nulla, ma magari da qui a quella data le cose cambiano.
Per il resto non sono entusiasta di tutte le operazioni, ma nel complesso bisogna apprezzare lo sforzo; obiettivamente per la salvezza dovrebbe bastare, pur con qualche scommessa.

Kyann
Kyann
1 anno fa
Reply to  Naufrago

Meno male che e rimasto Cigarini. Non so in giro ma io di Bradaric non mi fido molto.

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un altro gol memorabile fu quello segnato al Parma ai tempi di Ranieri, nel 1991, una bomba dal limite dell'area al 95' che diede ai rossoblù una..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Le sue parabole di collo pieno hanno contribuìto alla scalata per il ritorno in serie A, facendo esplodere noi tutti tifosi e il glorioso stadio..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "era un commento all 'altro articolo sul Carbonia di Caddeo"

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti