Resta in contatto

News

L’ultimo posticipo del settimo turno è della Sampdoria: Spal battuta 2-1

Al Ferraris i blucerchiati di Giampaolo sono capaci nel rimontare l’iniziale svantaggio ferrarese con Paloschi grazie alle reti di Linetty e Defrel

La Sampdoria ritorna alla vittoria dopo il pareggio a Cagliari di mercoledì scorso, battendo 2-1 la Spal (che rimedia la terza sconfitta consecutiva) al termine di un match a tratti equilibrato, iniziato dopo 2’ di gioco proprio con i blucerchiati ad un passo dalla rete con Barreto imbeccato da Defrel, che impatta bene da due passi ma trova la respinta di Gomis con la mano destra.  Spinge forte la squadra di Giampaolo in avvio, trovando anche la rete con Quagliarella, annullata (11’) però per fuorigioco.

LINETTY RISPONDE A PALOSCHI. Dopo 25’ il punteggio è sempre di parità, ma sull’1-1, grazie al vantaggio siglato dall’ex Atalanta al 22’ che insacca sulla ribattuta di Audero su Lazzari e al pareggio giunto 3’ dopo ad opera del polacco che supera Gomis con la conclusione col mancino, che si infila nell’angolino alla sinistra del portiere. Gara comunque apertissima. Infatti al 27’ Spal il quale ci riprova con Lazzari, Linetty lo mura e salva i suoi dopo il gol realizzato in precedenza. L’arbitro La Penna manda le due squadre negli spogliatoi dopo 3’ di recupero.

RIMONTA COMPLETATA. Al 10’ del secondo tempo arbitro e VAR non intervengono sul tocco di Cionek, che la Sampdoria vuole col braccio, ma che invece avviene con la spalla.  La squadra di casa tuttavia completa la rimonta al 15’ con il 2-1 siglato da Defrel, il quale finalizza al meglio con una battuta col mancino, la respinta di Gomis sulla prima conclusione di Quagliarella, sempre con il sinistro.  L’undici di Semplici non molla e sfiora il 2-2 (dimostrando di essere più vivo che mai al 22’) che non arriva solo per il super intervento di Audero sul sinistro di Petagna che stava per infilarsi all’angolino.

Ancora decisivo il portiere di casa, anche se la parata a 10’ dalla fine sempre sull’ex Atalanta, è meno difficile della precedente. Semplici inserisce al 37’ un Antenucci fresco per dare più brio al posto di Paloschi, cercando il gol del pareggio che non arriva nonostante il recupero di 5’ concessi dal direttore di gara.

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."

(SONDAGGIO) Keita, merita una chance dall’inizio a Udine?

Ultimo commento: "Sii,Keita e Pereiro...un po di panchina per Joao la papera"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"Bonimba", uno dei più forti attaccanti rossoblu

Roberto Boninsegna

Altro da News