Resta in contatto

News

Anticipo: l’Empoli spaventa il Sassuolo, ma gli emiliani si impongono 3-1

Bella gara al Mapei Stadium tra le due squadre. Dopo il gol di Caputo la squadra di De Zerbi cambia marcia e si issa da sola alle spalle della Juventus

Sassuolo al secondo posto dopo l’anticipo della quinta giornata del massimo campionato. In attesa delle altre gare, in programma tra domani e domenica, battendo 3-1 l’Empoli, gli emiliani si portano a -2 dalla Juventus capolista. Sul match però la macchia del terzo gol. Infatti, prima del cross di Lirola per Di Francesco, le immagini fanno vedere che la sfera ha oltrepassato la linea di fondocampo. I toscani hanno chiuso in dieci per l’espulsione di Zajc.

AVVIO SPRINT DELLEMPOLI E RISPOSTA EMILIANA. Nemmeno venti secondi di gioco e toscani in vantaggio con Caputo. Sensi perde palla e favorisce la ripartenza di Capezzi che permette all’ex Bari, aiutato da un rimpallo di Locatelli su La Gumina, per battere Consigli. La squadra di De Zerbi, nonostante il passivo non si scompone e gioca come fa sempre in modo aggressivo. Atteggiamento premiato dal pareggio siglato al 13’ da Boateng che, su imbeccata di Di Francesco insacca la battuta col destro di prima intenzione da posizione ravvicinata.

I neroverdi fanno la partita e costruiscono la chance del 2-1 al 38’con Duncan , il cui sinistro calciato rasoterra appena dentro l’area trova Terracciano a salvare la sua rete, mandando la sfera in angolo. Ma l’Empoli non sta a guardare e crea due occasioni per il nuovo vantaggio: lo fa prima al 42’ col destro di Zajc, con Consigli a respinge il pallone a mani aperte, quindi un minuto dopo il portiere dei Sassuolo agguanta il pallone stavolta sul colpo di tacco dello sloveno, deviato da Marlon. Squadre al riposo dopo 1’ di recupero.

Al 3’ della ripresa Di Francesco irrompe sulla fascia destra, crossa dal fondo e bacia la parte alta della traversa, poi palla a Boateng, al quale viene erroneamente fischiato un fuorigioco. Dall’altra parte La Gumina sfiora la rete con un sinistro di precisione che termina di pochissimo fuori alla destra di Consigli.

SASSUOLO CHE RIBALTA LA GARA. Ad andare in vantaggio per la prima volta nel’arco della partita è la squadra di casa ad andare sul 2-1 al 12’ della ripresa. Sugli sviluppi di un angolo sul pallone ci vanno di testa sia Boateng che Ferrari, con quest’ultimo che mette la sfera alle spalle di Terracciano.  Non è la prima volta che il Sassuolo rimonta uno svantaggio iniziale: infatti era già accaduto col Genoa poi battuto 5-3.

Ingenuità di Zaic al 25’: già ammonito secondo l’arbitro simula e deve lasciare il campo espulso senza protestare, lasciando al sua squadra in dieci. Al 34’ invece Terracciano alza la sfera sopra la traversa, evitando il 3-1 da parte di Berardi.

DI FRANCESCO CHIUDE I GIOCHI. Gran gol di tacco dell’attaccante numero 34 degli emiliani, che ricevuta palla da Lirola al limite della linea laterale di fascia sinistra, non lascia scampo al portiere avversario al 40’.  Le immagini successive fanno però vedere che la sfera è però uscita, ma il VAR non lo ha segnalato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Esito scontato, questo è l'unico sito dove i tifosi possono esprimere il loro parere, credo che il Presidente Giulini errori ne abbia fatto, ma i..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News