Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Signorelli: “Dobbiamo ancora vedere la vera Atalanta”

Per la rubrica Penna in trasferta abbiamo intervistato Giordano Signorelli di CalcioAtalanta.it. Ecco come ci ha presentato la sfida tra Cagliari e Atalanta.

LA PARTITA. La stagione entra nel vivo e già domenica, ore 20:30, il Cagliari è atteso da un match molto delicato contro l’Atalanta. All’Atleti Azzurri d’Italia i sardi, che ha raccolto un solo punto in classifica, proveranno a superare la Dea, che viene invece dalla cocente eliminazione dall’Europa League, avvenuto solo giovedì. Abbiamo parlato della gara di Bergamo insieme a Giordano Signorelli, collega di CalcioAtalanta.it, per la consueta rubrica “Penna in trasferta“.

Atalanta schiacciasassi alla prima giornata. Sorprendente, ma con un blackout di troppo contro la Roma. Dominante ma inconcludente contro il Copenaghen. Qual è la vera Atalanta?

La vera Atalanta dovremo ancora vederla in azione. Ma queste sei gare di Europa League, unitamente alle due di campionato, hanno detto che i nerazzurri non hanno smarrito la propria identità. Anzi, l’inserimento di giocatori come Zapata, Pasalic e Rigoni hanno alzato il tasso di qualità e la vera Atalanta si vedrà solamente quando anche questi elementi avranno trovato la miglior condizione“.

L’eliminazione da una Coppa, specie in una competizione così importante per l’Atalanta, pesa sempre un po’ sul resto del campionato. Le possibili reazioni però sono tante, quale sarà secondo te quella dei nerazzurri?

Nel biennio di Gasperini, l’Atalanta ci ha sempre abituato ad una reazione positiva dopo una sconfitta e credo sarà così anche questa volta. Anche perché i tifosi non hanno mai fatto mancare il proprio sostegno nemmeno nei momenti di difficoltà“.

Che Cagliari ti aspetti domenica all’Atleti Azzurri? E chi temi di più?

Mi aspetto di vedere un Cagliari che verrà a Bergamo per cercare di fare il colpaccio come già fece l’anno scorso. Personalmente mi piace molto Pavoletti. È un giocatore che sa reggere il peso dell’attacco, sa muoversi in area ed è molto forte nel gioco aereo. Ingaggerà dei bei duelli con i centrali dell’Atalanta“.

Zapata, Gomez, Pasalic, Barrow, per non parlare degli inserimenti dei vari Freuler, Hateboer, ecc. L’Atalanta ha tante frecce nel suo arco. Qual è la più temibile?

L’Atalanta è temibile perché può pungerti con qualsiasi uomo, non solo con gli attaccanti o con gli inserimenti dei centrocampisti. In questa prima fase di stagione abbiamo notato che anche gli esterni, che nella scorsa stagione non furono molto prolifici, hanno iniziato a fare gol. Senza dimenticare la forza dei difensori: Masiello, Palomino, Mancini e Toloi sono andati a segno nei primi due incontri di Europa League e soprattutto il brasiliano sta attraversando un momento di forma staordinario“.

L’ultima volta finì con un sorprendente 1-2 per il Cagliari, firmato Pavoletti e Padoin. Che partita ti aspetti domenica?

Il match dell’anno scorso fu molto particolare. L’Atalanta creò una quantità infinita di palle gol senza però riuscire a concretizzarle. Domani mi aspetto un’Atalanta aggressiva a caccia di un riscatto. Inevitabilmente, dopo i 120 minuti di Copenaghen, ci sarà un po’ di turnover e mi aspetto che la gara possa essere decisa da chi in Danimarca è stato utilizzato poco o nulla e quindi muoia dalla voglia di mettersi in luce“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Secondo me Giulini pensa a Canzi......Puntualizzo, Giulini, non il sottoscritto....."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche