Resta in contatto

Rubriche

Allenatori nel pallone – Gianfranco Bellotto

In attesa della prima amichevole del Cagliari targato 2018-2019 ripercorriamo alcuni aneddoti del passato tra gli allenatori che non ebbero molta fortuna nell’isola

“Mi pentii di aver ingaggiato Bellotto esattamente tre minuti dopo avergli fatto firmare il contratto”.

Chi se non Massimo Cellino avrebbe potuto rilasciare una dichiarazione del genere? La vittima stavolta fu Gianfranco Bellotto, umile allenatore di Camposampiero.

Il patron rossoblù lo chiamò nell’estate del 2000 dopo la penosa retrocessione in serie B del Cagliari della stagione precedente. Obiettivo: immediato ritorno in serie A.

Il credo del tecnico veneto è molto semplice, ovvero un lineare 4-4-2 che non necessita della presenza di un vero e proprio play maker. Il suo gioco, infatti, deve passare per gli esterni e mettere in condizione le punte di andare in rete.

Gli acquisti sono atti a soddisfare proprio queeta peculiarità: arrivano Giorgio Lucenti, i veterani Renato Buso e Davide Fontolan, Angelo Orlando.

Il campionato inizia bene con ben 3 vittorie consecutive ai danni di Crotone, Treviso e Pescara, ma fu un vero e proprio fuoco di paglia.

Gli avversari presero ben presto le contromisure e neppure l’arrivo di un regista come lo svizzero Antonio Esposito migliorò le cose.

Cellino tentò di salvare il salvabile dopo la ventiquattresima giornata: esonerò Bellotto per affidarsi a Beppe Materazzi che si rivelòun’altra scelta scellerata.

Lo score parla di 9 vittorie, 9 pareggi e 6 sconfitte. In teoria non malissimo, ma davvero palesi le difficoltà incontrate dai rossoblù che dovevano riconquistare immediatamente la massima serie.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "IO O PAURA CHE L'ANNO PROSSIMO L'ALLENATORE DEL CAGLIARI SARA INDOVINATE UN PO? GIULINIIIIII CON PASSETTI PROMOSSO DIRETTORE SPORTIVO....VISTO CHE..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"Bonimba", uno dei più forti attaccanti rossoblu

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche