Resta in contatto

News

Buon compleanno orgoglio sardo!

zola

Compie 52 anni una leggenda mondiale, colui che ha rappresentato i quattro mori ai massimi livelli del calcio internazionale: Gianfranco Zola

L’ARTISTA. Sarebbe pleonastico fare una scheda di presentazione. La carriera di Sir Gianfranco Zola è scolpita nella storia del calcio e rappresenta una poesia indelebile nello sport sardo. Nato a Oliena il 5 luglio 1966, cresciuto nella Torres, passato al Napoli come vice di un certo Diego Armando Maradona, poi trasferitosi a Parma per diventare un leader e infine volato in Inghilterra al Chelsea per diventare un’icona. Già così sembra riassunta una carriera perfetta, una trama degna di un film. Ma l’arte non può accontentarsi del bello e l’artista deve sempre mirare alla perfezione.

IL RICHIAMO DELL’ISOLA. Così un uomo che aveva già conquistato tutto scelse di tornare dove tutto era iniziato. Non doveva dimostrare più niente a nessuno: a Londra era un idolo, in Italia era rimpianto, in Europa era rispettato in tutti i campi da gioco. Era nell’Olimpo del calcio. Eppure nel 2003 scelse di non banchettare con gli dei ma di scendere negli inferi della Serie B italiana per riportare gloria alla sua gente. Come Virgilio per Dante, Zola fu la mente saggia che accompagnò il Cagliari fuori dalla selva oscura dopo quattro stagioni in cadetteria.

ANCORA IL MIGLIORE. Due anni in Sardegna con la maglia numero 10, due anni in cui dimostrò a tutti che un campione alla soglia dei 40 anni può avere ancora fame se ha qualcosa per cui lottare. E quel qualcosa per Zola era il popolo sardo, la sua gente, la sua terra e la sua casa. Poteva fermarsi a Londra dove erano pronti a ricoprirlo d’oro, scelse di mettersi in gioco per una maglia che aveva nel sangue ma che non era mai riuscito ad indossare prima. Un bisogno, quello di aiutare questi colori, che non cessò nemmeno dopo aver appeso le scarpette al chiodo. Nel 2014 il ritorno da allenatore per sostituire Zdenek Zeman. Andò male, ma anche in quella occasione non si tirò indietro quando il Cagliari si trovò in difficoltà.

Per questo la Sardegna può solo dire grazie a Gianfranco Zola e oggi tutta l’Isola augura buon compleanno al suo leggendario numero 10.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News