Resta in contatto

Russia 2018

Mondiale. 1-0 all’Inghilterra: al Belgio il Gruppo G. Tunisia-Panama 2-1

Grande gara tra due squadre che possono dire la loro per arrivare fino al 15 luglio giorno della finale del torneo iridato. Spettacolare gol di Jaruzaj

BELGIO-INGHILTERRA 1-0 . Subito avanti (2’) alla Arena Baltika di Kaliningrad gli uomini di Southgate, che trovano l’opposizione col piede di Courtois sulla conclusione a metà tra cross e tiro, di Vardy. La nazionale di Martinez risponde al 10’ Batshuayi anticipato da Pickford, che perde la sfera, provvidenziale il salvataggio sulla linea di Cahill. Rispetto agli avversari inglesi, che a parità di punti e gol hanno il vantaggio dei cartellini gialli nel coefficiente fair play per designare chi arriva prima o seconda nel Gruppo G, arriva al 19’ quello rimediato dal belga Tielemans.

Il Belgio si fa vedere due volte verso al porta inglese nel giro di appena un minuto. Al 27’ Stones spedisce in angolo il diagonale di Batshuayi calciato appena entrato in area, quindi (28’) stop di petto di Fellaini sugli sviluppi di un corner, Alexander-Arnold salva quasi sulla linea e salva ancora i suoi. Le due squadre continuano a giocare anche se fino alla fine della prima frazione di gioco, i due portieri non sono particolarmente impegnati.

GOL PAZZESCO DI JANUZAJ! Il Belgio si ripresenta in campo con il piglio giusto e al 6’ passa in vantaggio con una grandissima conclusione di Januzaj il quale (imbeccato da Tielemans) fa impazzire che Rose, quindi fa partire una sassata a giro che non impallina il portiere inglese.  Ovviamente lo svantaggio dell’Inghilterra cambia tutto. Infatti con l’1-0 belgi in vetta .

Incredibile l’errore al 21’ di Rashford il quale, sbaglia la battuta col destro davanti a Courtois, che comunque tocca deviando in corner, salvando il pareggio. Southgate cerca di cambiare qualcosa per arrivare al pareggio, inserendo al 34’ Welbeck per Alexander-Arnold, aumentando la potenza in attacco. Appena entrato il numero 14 cerca il tiro a sorpresa, ma non fa i conti con il piede di  Fellaini, che salva tutto.

Belgio scatenato alla ricerca del 2-0 che manca d’un soffio al con la battuta col destro potente di Mertens sul secondo palo, che trova la respinta fondamentale Pickford, poi lo stesso Mertens si trova nella traiettoria sul tiro di Hazard e il 2-0 sfuma. Infine (47’) solo esterno della rete per Hazard su suggerimento di Fellaini. Poco male perché la squadra dell’attaccante del Napoli vince la contesa.

TUNISIA-PANAMA 2-1. Alla Mordovia Arena Saransk, nella sfida tra eliminate che però se la giocano per cercare un successo che lasci il segno. Nordafricani pericolosi al 19’ con il pericoloso colpo di testa di Bedoui, che l’ex portiere del Cagliari Penedo agguanta in due tempi in tuffo. Ad andare in vantaggio sono però i centroamericani (che hanno esordito per la prima volta in mondiale a Russia 2018) al 33’con una botta dalla distanza col sinistro di Rodriguez, che si insacca per l’involontaria deviazione di Meriah, anche se ha colpe anche un poco reattivo e attento, portiere tunisino Mathlouthi.

GOL DEI CENTROAMERICANI MA GARA FATTA DAGLI AVVERSARI. La squadra di Maaloul non ci sta e si getta in avanti alla ricerca del pareggio, come accade al 39’ con Ben Youssef, che di testa manda fuori non di molto, quindi (41’) ottimo taglio di Haddadi per Khazri, il quale sa partire una conclusione al volo che viene contrastata dal compagno Chaaleli, vanificando tutto.

Infine, prima del riposo (46’) Tunisia due volte vicino al pareggio con Khazri, che prima trova la respinta di Torres anche in seconda battuto su intervento non certo da Oscar di Penedo.

RIMONTA TUNISINA. L’avvio di ripresa non è diverso dalla fine del primo tempo. La compagine africana spinge e trova il pareggio dopo 6’con Ben Youssef, che fa partire un tiro di prima intenzione con Penedo che può solo vedere il pallone entrare in rete e raccoglierlo. Due minuti dopo solo la deviazione d’istinto del portiere panamense, nega il 2-1 alla Tunisia sul destro dell’autore del pari Ben Youssef. .

18’: Mathlouthi protagonista con un errore sul tentativo di Tejada, che innesca Barcenas, poi respinge con il volto in modo fortunoso. La pressione della compagine di Maaloul non si attenua e viene premiata con il vantaggio che completa la rimonta dei suoi al 21’: Haddadi serve Khazri che, in posizione regolare, piazza il suo tiro alle spalle di PenedoPanama cerca di portarsi in avanti alla ricerca del primo punto iridato, ma gli avversari controllano senza troppi affanni fino al triplice fischio finale, che arriva dopo ben 8’ di recupero da parte dell’arbitro Shukralla.

IL TABELLONE DEGLI OTTAVI
Sabato 30 giugno ore 16  Kazan: Francia-Argentina
Sabato 30 giugno ore 20 Sochi: Uruguay-Portogallo
Domenica 1 luglio ore 16 Mosca: Spagna-Russia
Domenica 1 luglio ore 20 Novgorod: Croazia-Danimarca
Lunedì 2 luglio ore 16 Samara: Brasile-Messico
Lunedì 2 luglio ore 20 Rostov: Belgio-Giappone
Martedì 3 luglio ore 16  Mosca: Colombia-Inghilterra
Martedì  3 luglio ore 20 San Pietroburgo: Svezia-Svizzera

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Il problema è che c'è ben un 37 per cento di tifosi che vorrebbe tenerlo ,il problema serio temo siano proprio i tifosi che ancora non si sono resi..."

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Giulini fai una grande cortesia a noi tifosi e tutti i sardi,vai via! Vendiiiii.la cosa è stata evidentissima che hai voluto portare il Cagliari in..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Russia 2018