Resta in contatto

Russia 2018

Mondiale. La Svezia soffre ma parte bene: Corea del Sud battuta 1-0

Alla Arena Nizhny di Novgorod va in scena la gara dei rimpianti azzurri, non solo per l’uscita di scena dai play-off con gli scandinavi avvenuto a novembre

Un gol del capitano Granqvist consente alla Svezia di vincere la sua partita inaugurale del gruppo F del Mondiale di Russia e di agganciare il Messico che ieri ha battuto la Germania campione del mondo. Inutile nasconderlo: è stata la gara dei rimpianti e non solo per l’ancora cocente eliminazione della nostra nazionale, col play-off perso a novembre con gli scandinavi. Ma anche perché oggi ricorre il sedicesimo anniversario della sconfitta con la Corea del Sud, per le scellerate decisioni dell’arbitro Moreno.

PRIMO TEMPO A RETI BIANCHE. Avvio sprint degli asiatici, ma prima vera occasione della seconda sfida della prima giornata del gruppo F che capita alla nazionale scandinava con Berg al 20’, con parata fortunosa con la coscia destra di Jo su conclusione ravvicinata a botta sicura.  Nove minuti dopo altra chance per Berg. Stavolta con un tiro da limite dell’area piccola, deviato in angolo da Kim. Nel secondo minuto di recupero della prima frazione (47’) ancora Svezia pericolosa: Claesson stacca di testa indisturbato in area, Jang salva sulla linea di porta mandando la sfera sopra la traversa.

SVEZIA AVANTI SU RIGORE. A inizio ripresa Corea del Sud a un passo dal vantaggio. Al 7’ infatti ci prova di testa Koo su imbeccata di Kim Min Woo, sfera che grazia Olsen, terminando di un non nulla alla sua destra.  Quattro minuti dopo il portiere degli asiatici dice no ad un altro colpo di testa, nell’occasione fatto partire da Toivonen. Di fatto è il preludio alla rete svedese, che giunge su rigore al 20’per il contatto tra Kim Min Woo e Claesson, che l’arbitro Aguilar ritiene regolare. Non è così per i suoi colleghi al VAR, che lo richiamano a visionare, portandolo a cambiare la sua decisione. Dal dischetto si presenta quindi il capitano gialloblù Granqvist, che con un preciso rasoterra supera Jo.

Il gol subito viene accusato dall’undici di Shin, il quale al 27’ prova la carta Lee. Una scelta azzardata visto che il giocatore in forza all’Hellas Verona ha esordito appena due settimane fa nella nazionale maggiore. Gli asiatici provano una reazione ma lo fanno in confusione e gli svedesi hanno gioco facile. Brivido finale per i ragazzi di Andersson nel secondo dei quattro minuti di recupero, quando Hwang si divora il pareggio colpendo di testa a botta sicura, ma non trovando la porta con Olsen che non ci sarebbe mai arrivato.

Un successo prezioso per i gialloblù, che raggiungono in vetta al gruppo F il Messico, mattatore della Germania ieri con gol di Lozano. Nella seconda giornata, in programma il 23 giugno, alle 20 la Svezia affronterà i campioni del mondo avvelenati, mentre alle 17 la Corea del Sud dovrà obbligatoriamente cercare punti con il Messico per non dire addio ai sogni qualificazione, con una partita ancora da disputare.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Russia 2018