cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Zidane, addio al Real: “Momento giusto per cambiare dopo tre stagioni”

Il tecnico che sabato scorso ha trionfato con la sua squadra in Champions League per la terza stagione consecutiva spiazza tutti, compreso Florentino Perez

Zinedine Zidane, fresco vincitore della Champions League dopo il 3-1 inflitto sabato scorso al Liverpool nella finale di Kiev, ha annunciato il suo addio alla panchina del Real Madrid.

LE PAROLE DI ZIZOU. “Ho preso la decisione di non allenare più il Real Madrid nella prossima stagione. Credo sia il momento giusto per tutti. Amo molto questo club, ma penso che oggi, sia per me che per tutti, sia meglio cambiare e non continuare l’anno prossimo. Madrid mi ha dato tutto, sarò vicino a questo club per tutta la vita, ma dopo aver fatto tre anni a questi livelli credo sia la decisione giusto. È tempo di cambiare anche per i giocatori e voglio ringraziare anche i tifosi. Ho una passione particolare per questo sport, voglio ringraziare il presidente per il supporto, anche nei momenti più complicati. Tutti quelli che sono stati con me in questi anni sono stati fantastici, li ringrazio tutti.

Il calcio è fatto anche di momenti: ci sono momenti complicati in cui senti di essere l’uomo giusto per andare avanti e altri che ti fanno pensare diversamente. I complimenti vanno ai giocatori perché sono loro che vanno in campo, questo è un club esigente con una grande storia e devi dare il massimo per essere altezza. Si vince tutti insieme, non è qualcosa che puoi fare con una o due persone. Ho comunicato la mia scelta al capitano Sergio Ramos e sarà lui a dirlo ai suoi compagni. È una decisione mia perché dopo tre anni si deve continuare a vincere, ma se io non vedo chiaro come riuscire a farlo meglio cambiare, non andare avanti e fare sciocchezze”.

Non cerco al momento un’altra squadra. A Sergio Ramos ho detto cosa sarebbe successo e che è stato un piacere condividere questi tre anni con lui. Non è cambiato nulla nei rapporti, è un allontanamento naturale. Dopo tre anni non sono stanco di fare l’allenatore, ma credo sia terminato il tempo di vincere qui per me. È ora di lasciare”.

FLORENTINO PEREZ. Sorpreso da questa decisione il presidente del Real Madrid.“Questa è una decisione inaspettata per me che mi rende molto triste perché l’ho amato come giocatore e come allenatore. Non ero preparato a questa notizia.  Mi sarebbe piaciuto convincerlo a cambiare idea, ma ha preso questa decisione. Questa sarà la sua casa e la sua famiglia per sempre. Voglio ringraziarlo per la dedizione, la passione, l’amore e tutto ciò che ha fatto per il Real Madrid in questi anni. L’unica cosa che voglio dire è che è questo un arrivederci perché non ho dubbi che tornerà qui un giorno”.

CHI LO SOSTITUIRÀ? Si parla di Guti o Solari, ma anche di Conte e Pochettino. L’argentino piace moltissimo, ma ha rinnovato e non ha clausola rescissoria. Un’ulteriore voce sembrerebbe prospettare un clamoroso scambio di panchine: Zidane alla Juventus, Allegri a Madrid. Nei prossimi giorni se ne saprà di più.

Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

La società giallorossa ha messo in vendita i biglietti dei posti “a ridotta visibilità” di...
I bianconeri hanno perso ben diciannove punti dopo essere passati in vantaggio, ma non è...

Altre notizie

Calcio Casteddu