Resta in contatto

News

Barella: “Siamo una squadra che ha carattere e l’abbiamo dimostrato”

Il centrocampista rossoblù ha parlato in zona mista nel post-partita dopo la grande prestazione del suo Cagliari contro la Fiorentina

Queste le parole di Nicolò Barella in zona mista dopo la vittoria decisiva contro la Fiorentina.

IL MORALE DOPO LA VITTORIA. “A livello morale la partita decisiva è stata quella con la Roma, perché abbiamo dimostrato di essere una squadra ancora viva, mentre tutti ci davano già per morti. Sappiamo che non siamo ancora salvi però oggi abbiamo fatto un bel salto in avanti”.

L’ATTESA IN SETTIMANA. “Questa è stata una settimana difficile, però quando sei spalle al muro e non hai niente da perdere puoi solo entrare in campo e dare tutto per la squadra e per i tifosi. Ci meritiamo la salvezza”.

PARTITA NERVOSA. “Il nervosismo era normale perchè per entrambe le squadre erano fondamentali i tre punti. In una partita di calcio succede, ma sono episodi che rimangono in campo e poi fuori finisce”.

I TIFOSI. “I tifosi ci hanno caricato e l’hanno fatto per tutta la settimana. Per noi sono importantissimi, in casa sono un fattore determinante e fuori ci danno sempre una mano, dobbiamo ringraziarli”.

VITTORIA DI GRUPPO. “Abbiamo fatto una grandissima partita di gruppo, tutti ci aiutavamo tra di noi e questo è ancora più importante del risultato”.

BATTUTA UNA GRANDE SQUADRA. “La Fiorentina è una grande squadra, ma oggi ci prendiamo tutti i meriti noi perchè siamo stati noi a metterli in difficoltà. Eravamo compatti, ripartivamo bene e abbiamo anche sbagliato diverse occasioni. Loro non si devono rimproverare nulla, il merito va a noi”.

NAZIONALE. “Io adesso sono un giocatore dell’Under21, però ovviamente arrivare in Nazionale sarebbe una cosa bellissima. Adesso però penso solo alla prossima partita e a raggiungere la salvezza con il Cagliari”.

RISCHIO RETROCESSIONE. “Il fatto che molte persone ci davano per favoriti a scendere in B ci ha caricati ulteriormente. Tutti ci davano per morti e li abbiamo fatto capire che di certo non lo eravamo. Siamo una squadra che ha carattere, un grande gruppo di ragazzi che lavorano e l’abbiamo dimostrato”.

ASTORI. “Il muro a lui dedicato è una cosa da brividi. Asto era una grandissima persona”.

PADOIN UN ESEMPIO. “Penso non sia un caso se Padoin ha giocato nella Juve che ha vinto tutto. Pado è un grandissimo giocatore, è un uomo ancora più forte del giocatore e dobbiamo solo ringraziarlo per la mano che ci da in campo”.

17 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News