Resta in contatto

News

Ex rossoblù in B. Vittoria amara per la Pro Vercelli dell’ex Grassadonia che scende in C

Promozione diretta vicina per il Frosinone di Moreno Longo, Vigorito, Ariuado e Krajnc che batte l’Entella. Decisivo l’ultimo turno con i ciociari che venerdì ospiteranno il Foggia. Melchiorri ancora in gol col Carpi.

Primi verdetti in coda. A una giornata dalla fine retrocede in Serie C la Pro Vercelli di Gianluca Grassadonia, nonostante la vittoria risultata inutile sulla Ternana anch’essa retrocessa. Le nostre sintesi:

BRESCIA-EMPOLI 0-2. Al Rigamonti prima frazione a reti bianche, ma tante emozioni. Ottimo inizio di gara della squadra di Pulga, poi con il passare dei minuti è uscita fuori la formazione toscana che si è fatta preferire per costruzione di gioco e occasioni create. Con Piu (20’), Traorè (22’) e Caputo (43’).

Nella ripresa la capolista segna una doppietta che regala un’ennesima vittoria stagionale. Sblocca la gara al 17’ Caputo, che riceve da Di Lorenzo e supera Minelli, tra l’altro infortunatosi. Quindi al 44’ Zajac vede ben posizionato in area Donnarumma, il quale supera Minelli con un sinistro preciso.  A fine gara fischi copiosi da parte dei propri tifosi, all’indirizzo della squadra di Massimo Cellino.

VIRTUS ENTELLA-FROSINONE 0-1. Fondamentale il gol di Dionisi per la promozione diretta in Serie A dei laziali di Longo, in una gara nervosa per la posta in palio di entrambe le contendenti. Al 34’ lo stesso giocatore fallisce un rigore concesso per il contrasto in area con Troiano. Al 45’ il gol dello 0-1, nato da uno svarione difensivo. Nella ripresa qualche occasione per parte ma nessun gol. Virtus Entella di Simone Benedetti ad un passo dalla discesa in Serie C.

PARMA-BARI 1-0. Niente reti nella prima frazione al Tardini tra i padroni di casa in corsa per la promozione diretta in Serie A e i pugliesi che vogliono un buon posto nei play-off.  Occasioni migliori capitate agli ospiti, pericolosi con Nenè al 29’, Sabelli quattro minuti dopo e Floro Flores al 36’.

Al 14’ della ripresa Micai, che due minuti prima si era salvato su Di Gaudio non è impeccabile sul gol di Gagliolo, su perfetto assist di Dezi. La vittoria lascia i ducali, a due sole distanze dalla seconda piazza occupata dal Frosinone, ancora in corsa per la promozione diretta in Serie A.

CARPI-CITTADELLA 1-1. Primo tempo in parità. Vantaggio veneto siglato al 21’ da Schenetti che batte Serraiocco preferito a Colombi tra i pali. Pareggio dell’ex attaccante del Cagliari Melchiorri al 41’, che perfeziona al meglio, insaccando a porta vuota il cross rasoterra servito da Pachionik che a porta completamente vuota deve solo appoggiare alle spalle di Alfonso.

PERUGIA-NOVARA 1-1. La partita del Curi regala i play-off agli umbri a discapito del Foggia, mentre lascia in forte bilico la permanenza nella categoria dei piemontesi. La compagine di Pajac e Colombatto (oggi entrambi titolari) segna al 22’. Volta riceve palla fuori area e calcia a rete col destro, trovando una deviazione difensiva,  che beffa Montipò. Pareggio del Novara di Del Fabro al 20’ del secondo tempo per l’assist di Seck dal fondo per Moscati che dal limite insacca a rete con un sinistro preciso.

CREMONESE-VENEZIA 5-1. Parte forte l’undici di Mandorlini , che ha bisogno di un solo punto per restare in B, con Canini schierato titolare, che sblocca insaccando di testa dopo neanche due minuti sul cronometro, sull’assist di Perrulli, anche se la sfera si insacca per la maldestra torsione nella propria porta di Modolo. In pieno recupero (46’) pareggia Litteri su un rigore che Ujkani intuisce senza arrivare sul pallone. Penalty concesso per fallo col braccio da parte di Dos Santos.

Abbastanza dubbioso invece il rigore concesso da Pinzani al 5’ ai lombardi. L’arbitro infatti ritiene che il fallo di Modolo su Perulli sia invece irregolare. Dal dischetto Piccolo batte tirando con l’interno sinistro, Audero si distende e tocca il pallone, senza però riuscire a deviarlo. Cremonese che poi allunga sul 3-1 al 35’ con Juanito Gomez che  batte con violento sinistro sotto l’incrocio il portiere dei veneziani. Nel finale altri due gol dei lombardi, con Arini al 49’ e con Macek due minuti dopo. Il Venezia, miglior difesa della cadetteria, subisce 5 gol in un solo incontro.

PRO VERCELLI-TERNANA 1-0. In una gara  che ha decretato la retrocessione in Serie C per entrambe, prima parte di gara con gli umbri di De Canio che giocano meglio e falliscono il gol con Finotto, ma in vantaggio ci va la compagine dell’ex difensore del Cagliari (oggi allenatore dei piemontesi) in settimana sollevato dall’incarico e sostituito da Grieco, con un rigore insaccato da Vives al 42’ concesso per fallo di Statela su Gatto. Importante l’ingresso nella Pro di Kanoutè al posto dell’ infortunato Bifulco, che ha regalato maggiori certezze ai padroni di casa.

La squadra di casa raddoppia al 24’ della ripresa: Mammarella guadagna il fondo e crossa per Germano, il quale con un preciso stacco di testa infila Bleve.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Probabile visto che è attaccato al colore dei soldi non certo ai colori rossoblu"

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News