Resta in contatto

Approfondimenti

Avanti con López, ma solo perché senza alternative

Lopez

L’esito delle riflessioni post-Sampdoria lascia in casa Cagliari più di una perplessità su tempi e modi dell’operato: l’unica certezza è che si continua con López in panchina, ma solo perché non ci sono alternative…

La prima domanda da fare sarebbe questa: come vi sentireste se dopo il colloquio di lavoro che avete sostenuto, scegliessero voi solo perché tutti gli altri candidati hanno rifiutato?

NESSUNA ALTERNATIVA. In primis, probabilmente, vi fareste un’altra domanda obbligatoria: “Perché hanno rifiutato? Forse il compito da svolgere è troppo difficile? L’obiettivo è irraggiungibile? Forse. E poi, cominciato a lavorare, non vi resterebbe certo una bella sensazione. “Hanno scelto me, ma solo perché non c’erano altre alternative“. Ecco cosa potrebbe pensare ora Diego López. Esonerato virtualmente dalla chiamata a Edi Reja, arrivata ieri con il tecnico friulano che ha rifiutato l’ipotesi delle tre partite sulla panchina rossoblù, dal tentativo con Mario Beretta, che rimarrà responsabile delle giovanili fino a giugno per poi passare al Milan con lo stesso ruolo, e dal pensiero, solo quello, di riportare a Cagliari uno tra Rastelli e Legrottaglie.

ALIBI E GIUSTIFICAZIONI.Avanti con López fino alla fine“, la parola d’ordine di Giulini a partire dal dopo gara contro l’Udinese. Ribadita anche ieri dopo le riflessioni post-Samp. Ma con nuovo sottotitolo: “Perché non ci sono alternative”. Di certo un sospiro di sollievo per il tecnico di Montevideo, confermato anche ieri con la giustificazione che solo lui, conoscendo la squadra, può dare la scossa. Il terzo esonero della stagione (dopo Rastelli e il ds Rossi) avrebbe fornito un nuovo alibi ai giocatori, che invece sono tra i primi responsabili di una stagione finora tribolata, ma che come una bomba a orologeria è pronta a diventare apocalittica nei prossimi tre turni. Ancora con López in panchina, con qualche spiegazione di circostanza (che potrebbe chiarire il ds Carli nelle prossime ore) e una certezza: alternative a El Jefe, di fatto, non ce n’erano.

73 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
73 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Giulini dovrebbe vendere e levarsi dalle p...e ! Tuttavia il problema non è soltanto lui, ma a mio avviso i collaboratori più stretti, che..."

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "I soldi non li mette lui...comunque ha in passato fatto bene"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti