Resta in contatto

News

Posticipo: la Fiorentina batte 3-0 il Napoli. Juve verso il tricolore

Fallisce il ritorno a -1 dei partenopei di Sarri dai bianconeri di Allegri corsari ieri sera a San Siro 3-2 contro l’Inter. Decisivo un super Giovanni Simeone a segno con una tripletta

A tre partite dalla fine il settimo scudetto consecutivo sulle maglie della Juventus sembra cucirsi sempre più. Dopo il 3-2 della rimonta finale di ieri sera contro l’Inter, nel tardo pomeriggio è arrivata la sconfitta del Napoli al Franchi, 3-0 contro una Fiorentina reduce da due sconfitte consecutive, ma tornata in piena corsa per un posto in Europa League. 

IL MATCH DEL FRANCHI DECISO DA SIMEONE. Il figlio d’arte è stato infatti autore di una doppietta che ha regalato tre punti di grande importanza, in una partita che si è mossa decisamente in salita per Mertens e compagni fin dall’inizio. Infatti dopo 10’ Koulibaly, eroe una settimana fa allo Stadium contro la Juventus con il colpo di testa vincente al 90’, lascia il campo per espulsione, dopo un consulto dell’arbitro col VAR, per fallo su chiara occasione da rete di Simeone Che insacca il vantaggio, dopo aver creato alcuni importanti occasioni, al 34’. Azione che nasce dall’assist che arriva da Biraghi per il compagno, che brucia sullo scatto Mario Rui e supera Reina con un mancino sotto misura perfetto.

Rete che ovviamente rende la prosecuzione della contesa abbastanza complicata per gli uomini di Sarri, che nella ripresa (17’) subiscono il 2-0. Tutto nasce dall’angolo di Saponara per Badelj, che stacca di testa trovando la respinta di Hysaj prima e Reina poi. Simeone si avventa sul pallone e mette alle spalle del portiere avversario da due passi, grazie ad un perfetto destro, che probabilmente spegne i sogni scudetto del Napoli, che non perdeva da 547 giorni in trasferta.

C’è tempo anche per il definitivo 3-0, siglato ancora da Simeone al 48’, dopo l’eccellente lancio di Cristoforo: Mario Rui mandato ancora al bar e Reina superato in diagonale. Alla fine tanta gioia per i ragazzi di Stefano Pioli che hanno dominato la contesa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "A C A S I N U G I U L I N I VA T T E N E"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News