Resta in contatto

News

Insigne tiene a galla l’Italia a Wembley: con l’Inghilterra è 1-1

Un’ingenuità difensiva consente a Vardy di realizzare il gol del vantaggio. Un penalty attraverso il VAR nel finale salva gli azzurri. Di Biagio saluta?

L’Italia pareggia a Wembley 1-1  contro l’Inghilterra e interrompe un digiuno che durava da novembre, con l’uscita di scena dalla fase finale del Mondiale di Russia 2018, per opera della Svezia.

Squadre in campo con gli inni nazionali. Un minuto di silenzio in memoria di Davide Astori. Sulla maglia degli azzurri la scritta “Davide sempre con noi 13”. Applausi fragorosi di tutto lo stadio gremito di pubblico.

AZZURRI INGENUI E DISTRATTI. Gli uomini di Di Biagio (alla sua seconda e ultima gara da traghettatore) chiudono la prima frazione in svantaggio dopo avere buttato via almeno tre palle gol con Immobile: due nei primi tre minuti e una al quarto d’ora.

Bene nel possesso, male nelle ripartenze inglesi, al 26’ l’Italia subisce il gol con  un’ingenuità difensiva, difficile trovare anche nelle categorie dilettantesche.

Candreva e compagni si attardano a contestare un fallo fischiato al limite, di questo ne approfitta Lginard, che serve Vardy solo in area per il vantaggio dei padroni di casa.

Nella ripresa Di Biagio inserisce Belotti, per dare più peso in avanti, ma vicina al raddoppio (11’) ci va l’Inghilterra con il tiro da fuori di Chamberlain, bloccato da Donnarumma.

Il portiere di casa Butland non rischia nulla al 29’ sulla punizione di Insigne, nettamente sul fondo.

INSIGNE IMPATTA.  L’attaccante del Napoli sfiora il pareggio 33’ su grande imbucata di Jorginho. Un peccato, perché l’azione scuola Sarri meritava certamente miglior fortuna.

Il pareggio è nell’aria e arriva attraverso il VAR. Chiesa (39’) viene atterrato in area e il direttore di gara prima fa proseguire, ma viene fermato e richiamato al monitor dai colleghi.

Dal dischetto Insigne (43’) non sbaglia e porta i suoi in parità.  A Wembley il finale è di 1-1. Si riparte da qui in casa Italia.

 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News