Resta in contatto

News

Pioli ricorda Astori: “Davide ci ha lasciato il seme della passione e della serietà”

Stefano Pioli, alla vigilia di Fiorentina-Benevento, ci tiene a ricordare il suo capitano, Davide Astori. “Il primo pensiero va a Davide che ho avuto il privilegio e la fortuna di conoscerlo da vicino in questi mesi. Era una persona speciale. Un capitano speciale. Trovava sempre il modo ed il tempo giusto di dire le cose sia a me sia ai suoi compagni. Generoso, disponibile e altruista” sostiene l’ex mister di Lazio e Bologna.

Purtroppo me lo son goduto per troppo poco tempo. Mi mancherà e ci mancherà. Un pensiero va a tutta la sua famiglia, anche loro persone speciali. Li abbraccio e presto li incontrerò. Per Francesca e Vittoria non ho parole che possono consolarle ma una promessa posso farla: per loro ci saremo sempre! I nostri tifosi qualche volta hanno la lingua lunga ma un cuore grandissimo. Avrei voluto abbracciarli uno ad uno e consolarli e parole di conforto per andare avanti. Un ringraziamento anche a tutto il mondo del calcio. Tutto merito di Davide” prosegue Pioli.

La chiosa del tecnico gigliato: “Davide ci ha lasciato troppi valori da portare avanti. La cosa più grande che ci ha lasciato è un seme, quello della passione, della serietà. Toccherà a noi custodirlo e fare in modo che possa germogliare. Tutti uniti, in ricordo di Davide

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Esatto. Al posto dei cinesi tipo mister li', allora meglio giulini. Arrivasse un compratore serio allora sarebbe tutt'altro discorso"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News