Resta in contatto

News

I funerali di Davide Astori

Il racconto da Firenze dell’ultimo saluto al capitano viola ed ex rossoblù

È un giorno straziante. È il giorno dell’ultimo saluto a Davide Astori, scomparso nella notte tra sabato e domenica nel ritiro della Fiorentina a Udine, all’età di trentuno anni.

Nella Basilica di Santa Croce a Firenze, dove la cerimonia comincerà intorno alle 10, cominciano ad arrivare tanti: tifosi, autorità e persone comuni. Tutti per salutare un amico, conosciuto realmente o visto in campo, allo stadio o in tv. Un conoscente, comunque, a cui tutti vogliono stare vicini per l’ultima volta.

L’aggiornamento in tempo reale, grazie ai colleghi di Fiorentina.it

8:30 Sono presenti già più di 200 persone davanti alla chiesa. Per le 9,30 è prevista la partenza della salma da Coverciano dove era stata allestita la camera ardente.

8:43 Cominciano ad arrivare i primi rappresentanti del mondo del calcio. Oltre al vice presidente della Fiorentina, Gino Salica, il primo ex compagno è Michael Agazzi, insieme a Davide in rossoblù e ora in forza all’Ascoli.

8:46 Giunti sul posto anche Federico Chiesa e Seba Frey. Poco dopo anche Giovanni Galli e Furio Valcareggi.

Intorno alle 9 la piazza antistante la chiesa comincia a riempirsi. Arrivano anche le prime delegazioni di tifosi e ultras. Davanti alla folla campeggia uno striscione:

Lo striscione che hai tanto amato. Ora avvolga la tua anima e insieme a Luciana vi accompagni nella trasferta più lunga. Ciao eterno leone della Fiesole

9:11 Arrivano Cassani, Diks e le giovanili della Fiorentina.

9:13 I compagni della Fiorentina giungono alla Basilica di Santa Croce.

9:15 Arrivano in Santa Croce anche gli ex rossoblù Stefano Capozucca e Alessandro Matri. Quasi contestualmente anche Florenzi, Bernardeschi, Perin, Bertolacci e Perinetti.

9:16 Ci sono anche i Della Valle, patron della Viola. Butragueno per il Real Madrid. Uva per la Figc. Baldissoni, Totti. De Rossi, Nainggolan ed El Shaarawy per la Roma.

9:25 C’è anche il presidente del Cagliari, Tommaso Giulini.

L’arrivo del presidente del Cagliari Calcio in Santa Croce per i funerali di Davide #Astori

Publié par CalcioCasteddu.it sur jeudi 8 mars 2018

9:27 Arriva anche la compagna di Davide, Francesca Fioretti.

9:28 Presenti anche Toldo, Tardelli e Pasqual.

9:30 Lele Oriali, il sindaco di Firenze Nardella, l’ex viola De Maio e Igor Protti arrivano in Santa Croce.

9:35 Per l’Inter Javier Zanetti, Ranocchia, Spalletti, Gagliardini e gli ex compagni alla Viola, Borja Valero e Vecino.

9:37 Inzaghi e Rogg per il Venezia. Danilo per l’Udinese.

9:41 C’è l’Empoli. Anche l’Atalanta con l’ex viola Ilicic, Mancini, Petagna, Percassi e Masiello. Presenti anche Marco Van Basten, l’ex ct Gian Piero Ventura e il ministro allo sport Luca Lotti.

9.45 Il ct Di Biagio, il sub-commissario federale Costacurta e il presidente del Coni Malagò arrivano in Santa Croce. Baresi e Galli per il Milan. C’è anche Marco Masini. Oltre 5.000 persone in piazza.

9:46 Lungo applauso all’arrivo allo stadio del feretro, che circa mezz’ora prima era partito da Coverciano. Prima di arrivare a Santa Croce il carro ha voluto far salutare per l’ultima volta a Davide il “suo” Stadio Franchi.

9:55 Diego Della Valle e Renzi arrivano per la cerimonia.

9:58 Ci sono anche Tommasi e Perrotta per l’Assocalciatori e gli ex compagni Tatarusanu e Hagi. Semplici per la Spal.

10:05 Arriva la delegazione rossoblù con Conti, Sau e Dessena. Presenti anche Pisano e Cossu e i dirigenti Steri, Stagno, Filucchi e Passetti.

10:06 C’è anche Andrea Pirlo. Pradè e Viviano per la Samp

10:07 Sciarpata dei tifosi viola all’arrivo del feretro nella piazza antistante la chiesa.

Nella folla anche alcuni tifosi del Cagliari con la sciarpa rossoblù al collo. Seimila circa i presenti.

10:17 Arriva anche Babacar, particolarmente commosso.

10:20 Il feretro è pronto a entrare nella Basilica di Santa Croce, ma si attende qualche minuto per fare riprendere chi, all’interno della chiesa, è più provato dal dolore come Federico Bernardeschi e il papà di Davide. Anche il padre di Francesca, compagna di Astori, pare abbia accusato un lieve malore.

10:22 Maggio e Giuntoli presenti per il Napoli.

10:25 Arriva la delegazione della Juventus, direttamente da Londra dove ieri ha superato gli ottavi di Champions contro il Tottenham. Allegri e Chiellini in prima fila, dietro Rugani, Buffon, Barzagli e Pjanic. Il capitano bianconero saluta calorosamente la folla.

10:27 Il feretro entra all’interno della Basilica di Santa Croce. I bambini delle giovanili ai lati del portone d’ingresso, come fosse l’ingresso in campo di una normale domenica. Altra sciarpata e bandiere sventolate per la folla antistante la chiesa. La Fiesole, solo per oggi e solo per Astori, ha cambiato residenza. Atmosfera surreale.

10:45 È cominciata la messa in onore di Davide Astori.

Il cardinale, durante la cerimonia, ricorda l’impegno sociale del Capitano in favore dei bambini. Parla di dolore inconsolabile di familiari e tifosi. E definisce Davide “Fiorentino, da sempre e per sempre“.

Il fratello Marco ringrazia i presenti. “Grazie a tutti per essere venuti, in questi giorni ci avete dimostrato quanto volevate bene a Davide, non ci sono tante parole. Dicevo a lui sempre che diceva le stesse cose durante le interviste, faccio la stessa cosa anche io. Abbraccio tutti i nostri familiari, forte, e tutti voi che siete stati qui. Ciao Davide“.

Il vice-capitano, Milan Badelj:Parlo a nome di tutta la squadra. Un uomo vero, col tuo sguardo sei entrato in tutti noi. Ci hai parlato sempre con il cuore, tenendoci uniti, hai incitato noi vecchi, e indicato la via ai giovani. I tuoi genitori devono sapere che non hanno sbagliato nulla. Saresti il figlio o il fratello che tutti vorrebbero avere, se potessero scegliere. Ci fai sentire sicuri sempre, non dimenticheremo mai il tuo sorriso. Tu sei il calcio, quello puro dei bambini. Il nostro pensiero va ai genitori, a tua figlia, a cui piace l’uva come a te. Sei un uomo con la U maiuscola. Al mattino quando arrivavi nella stanza della fisioterapia, eri sempre tu ad accendere la luce, tu sei LUCE, per tutti noi“.

Durante il funerale è stato annunciata anche una cerimonia in Sardegna, da parte di un sacerdote amico del cardinale che ha tenuto la messa oggi a Firenze.

12:00 Termina la funzione religiosa.

12:10 Le personalità del mondo del calcio stanno abbandonando la chiesa in Santa Croce. I primi a uscire i compagni della Fiorentina, molti in lacrime. Subito dopo il Cagliari, Barella molto provato.

Assenti Chievo ed Hellas che non sono riusciti ad arrivare in tempo a Firenze a causa di un incidente autostradale.

12:31 Il feretro esce dalla Basilica di Santa Croce, accompagnato dagli sbandieratori e dai gonfaloni della città di Firenze. Dietro la bara gli stendardi delle venti squadre di A. Nella piazza sventolano bandiere e sciarpe viola, e viene acceso anche qualche fumogeno. I tifosi intonano l’inno della Fiorentina. Poi parte il coro “C’è solo un capitano!“. Il saluto commovente dei tifosi viola.

 

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Continuiamo con capozucca, non è diventato un incapace all'improvviso ma quest'anno si deve imporre e deve dire a giulini di stare al posto suo. I..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News