Resta in contatto

News

Jeda: “Posso dire di aver visto crescere Davide”

L’ex attaccante del Cagliari ricorda Astori e approva la decisione di sospendere il Campionato. Anche Ivo Pulga dedica un pensiero al suo ex giocatore.

Intervenuto ai microfoni di RMC Sport, l’ex attaccante del Cagliari Jeda ha voluto ricordare Davide Astori, suo ex compagno di squadra proprio ai tempi della militanza in Sardegna. Il brasiliano ha descritto il momento in cui ha appreso la notizia e ha raccontato di come abbia visto il numero 13 viola arrivare come un ragazzino e poi diventare adulto:

“L’ho saputo da mio figlio e inizialmente pensavo si trattasse di una fake news. Poi ho avuto conferma da altre persone e ho realizzato che era tutto vero. Sono scioccato. Era arrivato a Cagliari giovanissimo, poi è diventato un uomo e un padre di famiglia. Posso dire di averlo visto crescere“.

“Un aneddoto su Davide? Quando capitavano le partitelle d’allenamento nessuno voleva giocare contro di lui. Era talmente serio che anche tra di noi giocava partite vere. Quando era arrivato erano tutti un po’ scettici, invece poi abbiamo capito che non era uno qualunque”.

Jeda loda la maturità del difensore: “Ho imparato ad apprezzare l’eleganza del giocatore. Grazie alla sua maturità è diventato un giocatore importante in pochissimo tempo. Era molto importante per il Cagliari. Pochi possono diventare capitani sia in rossoblù che alla Fiorentina, sono piazze particolari dove se non mostri senso di appartenenza non puoi indossare la fascia”.

La decisione di fermare il Campionato “è stata una decisione giusta. Tutti i giocatori erano abbattuti, anche chi non ha mai giocato con lui”. Poi conclude: “Se devo parlare di una persona onesta, pura, un esempio di bandiera, penso a lui”.

Anche Ivo Pulga ha ricordato l’ex difensore rossoblù: “Il destino certe volte è atroce. Aveva fatto i controlli medici poco tempo fa e l’unica spiegazione che posso dare è che era destino. Giusto sospendere tutti i Campionati”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Non credo possa essere Agostini il nuovo ct. Non mi sembra all'altezza."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News