Resta in contatto

Approfondimenti

Quel pomeriggio del 2015 salutasti per l’ultima volta

Era il 28 o forse il 29 luglio del 2015 ed il Cagliari si apprestava a giocare un’amichevole sul campo della Villacidrese contro il Lanusei.

Massimo Rastelli testava il suo Cagliari in vista dell’imminente campionato di serie B, ma tu che ci facevi in quella squadra? Beh, in effetti nulla, dato che fino a qualche mese prima vestivi la maglia della Roma, ma il sodalizio capitolino non ha esercitato il diritto di riscatto nei tuoi confronti, di conseguenza il rientro in Sardegna è stato automatico.

Ricordo molto bene quel caldo pomeriggio in quel di Villacidro. Nella piccola, piccolissima sala stampa, senza sedie per potersi accomodare ed un piccolo tavolo di legno sulla quale poter poggiare il pc, furono diversi i tifosi che mi si avvicinarono chiedendomi: “Ma è vero che c’è pure Astori?”, “Ma potrebbe rimanere a Cagliari per giocare in serie B?”. 

Chissà…”, mi limito a rispondere, conscio del fatto che un giocatore della tua caratura difficilmente non avrebbe trovato estimatori nella massima serie.

La partita ha inizio e quando le “riserve” si alzano dalla panchina per iniziare il riscaldamento ecco che con loro scatti in piedi pure tu. Il pubblico di Villacidro ti dedica un caloroso applauso, disinteressandosi del match, ma curiosi di vederti in campo.

Ligio al tuo dovere, ma lieto dell’accoglienza, ti giri verso il pubblico e rispondi cordialmente. Pochi secondi, e poi via nuovamente ad allenarsi con i compagni.

La partita termina 6-0 per il Cagliari, ma tu non sei sceso in campo. Durante l’uscita dei giocatori ti incontro e ti chiedo con un sorriso beffardo se avevi davvero intenzione di giocare in serie B e tu, con altrettanto sorriso beffardo mi risposi: “Eh, chissà…”.

Ma no, sapevi benissimo che la tua dimensione era la serie A e qualche giorno dopo, infatti, arrivo la Fiorentina a prenderti.

Oggi il nostro cuore si è fermato per un attimo, anzi in quegli attimi dove cercavamo la conferma di questa tragica notizia.

Ho sperato fino all’ultimo si trattasse di una della tante fake news, di bufale da internet, ma quando chi di dovere mi ha dato la triste conferma, mi sono tornati alla mente tutti i ricordi legati a te, i tuoi sorrisi, e gli schizzi che, da buon geometra, facevi dello stadio Sant’Elia, di quel nuovo stadio che avresti voluto per i tifosi rossoblù.

Ciao Davide!

 

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Bisognerebbe azzerate tutta la dirigenza, e con un bravo direttore sportivo scegliere un allenatore giovane, che faccia piazza pulita dei vecchi e..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"Bonimba", uno dei più forti attaccanti rossoblu

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti