Resta in contatto

News

Astori: quel rifiuto allo Spartak Mosca dopo le visite mediche

Davide Astori, così come Massimo Cellino (allora presidente del Cagliari) rifiutarono il passaggio del difensore rossoblù allo Spartak Mosca. Accadde il 5 luglio del 2012: “Ringrazio i dirigenti dello Spartak Mosca per l’interesse e l’alto investimento programmato ma resto in Italia e a Cagliari perché vorrei dare un senso compiuto alla mia carriera in rossoblù”, disse in proposito dopo aver effettuato le visite mediche con il club russo, il difensore lombardo scuola Milan. All’epoca c’erano in ballo tanti soldi sia per il giocatore (oltre due milioni di euro a stagione più bonus per quattro stagioni) sia per le casse del club rossoblù. Cellino infatti disse no ai 12.5 milioni di euro cash. Alla fine i dirigenti del club russo, che cercano di convincere Astori e Cellino in un albergo milanese per oltre sei ore, alzarono bandiera bianca e andarono via irritati.

Astori lasciò il Cagliari nell’estate 2014 (dopo aver rinnovato il contratto fino al 2017 per non andare via a parametro zero) per la breve esperienza alla Roma, riuscendo comunque anche a debuttare in Champions League, durante il match giocato contro i russi del CSKA Mosca.

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News