Resta in contatto

News

EL, La Lazio stritola la Steaua, Napoli fuori col Lipsia

Lazio agli ottavi della Europa League, dopo il netto 5-1 sulla Steaua, che ribalta nettamente lo 0-1 subito una settimana fa in Romania.  Immobile autore di una tripletta. Napoli invece eliminato, nonostante il 2-0 ottenuto a Lipsia. Nel finale Callejon manca il terzo gol. Fatale il 3-1 subito in casa una settimana fa. Questa la sintesi delle due gare:

LAZIO-STEAUA BUCAREST 5-1 – All’Olimpico biancocelesti subito aggressivi per pareggiare subito i conti con i romeni. Al 6’ Immobile, servito da Felipe Andreson, manda di poco la sua conclusione sopra la traversa, un minuto dopo ecco il vantaggio: Lulic innesca Immobile che si fa trovare sul secondo palo. L’attaccante  controlla e con l’esterno destro, manda il pallone alle spalle dell’incolpevole portiere ospite Vlad. Al 14 Immobile buca la difesa avversaria sulla sinistra e palla per Planic, che in scivolata devia angolo e intercetta la sfera destinata a Luis Alberto completamente libero all’interno dell’area piccola. 2-0 fallito e rimandato. Altra chance non concretizzata al 19’ da Immobile che, sul lancio di Felipe Anderson, colpisce di prima intenzione all’altezza del dischetto mandando però incredibilmente alto. Al 35’ ecco il 2-0: angolo di Luis Alberto, Bastos taglia al centro e con un preciso colpo di testa mette il pallone alle spalle di Vlad. Spettacolare il 3-0 al 43, azione iniziata da Felipe Anderson che salta Benzar, avanza e mette in mezzo per Immobile, il quale di prima intenzione con il piatto destro infila il portiere avversario.  Nella ripresa gara senza storia. Al 6’c’è  gloria anche per il 4-0 siglato da Felipe Anderson, che piazza il pallone all’angolino basso, Quindi il 5-0 con la tripletta di Immobile (26’), che saltato Junior Morais con una finta, non sbaglia. Per la Steaua il gol della bandiera lo sigla al 37’ Gnohere.

LIPSIA-NAPOLI 0-2 – Alla Redbull Arena Brivido al 14’ con i tedeschi ad un passo dalla rete: destro di Sabitzer che carambola su Tonelli, il quale di testa colpisce la traversa a Reina battuto e rischiando la clamorosa autorete. Al 27’ Zielinski serve Insigne, che colpisce il palo, ma era in fuorigioco. Cinque minuti dopo Zielinski  insacca il vantaggio facilmente, dopo la respinta di Gulacsi  su Insigne. Col passare dei minuti i partenopei alzano il baricentro, ma vanno al riposo con un solo gol di vantaggio. Nel secondo tempo gli azzurri continuano a spingere, e al 10’ ci prova da circa 20 metri Zielinski, Gulacsi blocca a terra. Al 32’ grande intervento di Tonelli che salva il pareggio su Sabitzler servito da Werner. A 5’ dalla fine il 2-0. Azione insistita di Callejon che serve una preziosa palla per Insigne che non sbaglia il bersaglio.  Al 48’ Callejon sciupa il clamoroso gol qualificazione, mandando fuori il pallone. Napoli fuori, ma tanti rimpianti per la sconfitta dell’andata.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Il tutto parte da Giulini perché è lui che negli ultimi anni ha fatto il mercato e non il ds, dunque per me in primis al Cagliari manca il rispetto..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini comunque vada un tecnico giovane bravo e con tanta voglia di fare bene sia in A o B e col cuore ROSSOBLU"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News