Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Posticipo: Atalanta-Fiorentina pareggiano 1-1

Nel primo dei due postici serali della venticinquesima giornata allo stadio Atleti Azzurri d’Italia l’Atalanta (reduce dalla sconfitta beffa di Dortmund con il Borussia, che può essere tranquillamente ribaltata giovedì prossimo nel ritorno a Reggio Emilia) pareggia 1-1 con la Fiorentina, al termine di una gara che entrambe le contendenti hanno cercato di vincere fino alla fine. Partita che ha visto partire forte la compagine di Pioli, che al 6’ sfiora il vantaggio con Simeone il quale entra in area, si libera di Caldara e calcia col mancino mandando però alto d’un soffio il suggerimento di Badelj, il quale porta in vantaggio i viola al 16’. Gollini non trattiene il suo tiro da fuori area, Chiesa rimette in mezzo e trova l’involontaria deviazione di Mancini proprio sui piedi di Badelj, che stavolta non sbaglia. La squadra di Gasperini accusa il colpo e (28’) per poco non subisce il secondo gol. Simeone avanza in area e serve il Gil Dias, che calcia con un mancino ad effetto, che esce di pochissimo. Al 42’ altra chance per i viola con Astori, che riceve il cross da Veretout dalla bandierina, colpo di testa in schiacciata che termina a lato di un non nulla. Raddoppio mancato, pari subito. L’Atalanta infatti agguanta la Fiorentina al 46’: perfetto assist di Gomez per la testa di Petagna, che mette il pallone alle spalle di Sportiello.

Nella ripresa Atalanta vicinissima al 2-1 al 13’: assist di Gomez crossa per Petagna colpo di testa e Sportiello toglie il pallone  sotto l’incrocio. Sei minuti dopo l’arbitro Maresca grazia Badelj (già ammonito) dopo aver travolto Freuler. 33’: Sportiello lo smanaccia sulla linea di porta il tiro (più che altro un cross) di Gomez. Nel giro di due minuti doppio cartellino giallo ai danni di Milenkovic (il primo abbastanza dubbio) sempre per fallo su Gomez, e Fiorentina in dieci al 40’. Nel finale una palla-gol per vincere per entrambe. Al 41’ quella dei bergamaschi, con Ilicic batte la punizione a centro area, la difesa ospite allontana, Palomino recupera e va al tiro con un destro di potenza che esce di pochissimo. Al 47’ Falcinelli calcia da posizione ravvicinata e grazia Sportiello. In pieno recupero infine Pezzella non sfrutta l’occasione dell’assist offerto da Veretout. A Bergamo finisce 1-1.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa a quattro o a tre? I lettori di CalcioCasteddu si dividono

Ultimo commento: "Tralasciando che proprio i due che citi e che stanno tra gli 11, rendono più da esterni che da terzini, ma per Naithan e Carboni è ancora meglio,..."

(SONDAGGIO) Che voto date al mercato del Cagliari?

Ultimo commento: "Un suggerimento Ballardini per far diventare questi giocatori una squadra"

Cagliari-Venezia: le pagelle dei tifosi stroncano la squadra

Ultimo commento: "ci vogliono dei difensori ...la difesa e tutta da cambiare fuori Zappa Altare e Goldaniga..e una punta che segni per il resto tutto il contorno può..."

Cagliari-Venezia: i tifosi hanno scelto la loro formazione

Ultimo commento: "Modulo più adatto con l'abbondanza di centrocampisti che abbiamo, più geometrie di gioco verso gli attaccanti. Se funziona il filtro del..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News