Resta in contatto

News

Juventus: 2-0 al Bentegodi con un Chievo in nove

Succede di tutto al Bentegodi nel secondo anticipo della ventiduesima giornata. La Juventus vince 2-0 contro un Chievo Verona, che ha chiuso la partita in nove uomini. Ancora una sotto accusa il direttore di gara, in questo caso Maresca. In questo caso, se la prima espulsione di Bastien, era giusta (due falli ingenui in poco più due minuti commessi) al 37’, meno lo è stata quella di Cacciatore, anche il gesto delle manette dell’ex Sampdoria poteva essere evitato al 17’ della ripresa. Per quello stesso gesto sia Mourinho che Tonelli, rimediarono tre turni a testa.

A  decidere la gara, contro una squadra comunque ben organizzata da Maran, sono state le reti nella ripresa di Khedira al 22’ e di Higuain al 43’. Il primo gol nasce da un’azione nata da Pjanic, che trova sul secondo palo il taglio di Bernardeschi dalla sinistra. L’ex Fiorentina appoggia per l’inserimento violento del centrocampista tedesco, il quale fa secco Sorrentino sul primo palo.  Il raddoppio, che chiude la contesa impari, lo segna l’argentino. Cross dal limite di Douglas Costa col mancino, e il Pipita schiaccia perfettamente alla destra di Sorrentino, andando in doppia cifra. Da segnalare che, sullo 0-1 il Chievo ha avuto anche la possibilità di pareggiare al 33’, quando Radovanovic lanciato improvvisamente da Birsa in profondità, sta per andare a  tu per tu con Szczesny ma viene anticipato da una pronta uscita del portiere polacco, fondamentale come nella gara di Cagliari tre settimane fa.

Da segnalare infine (39’) un silent check del VAR, per uno scontro fra Benatia e Meggiorini a palla lontana, nulla di rilevante, palla restituita ai campioni d’Italia e nulla di fatto. Con questa vittoria la Juventus conferma di essere l’antagonista numero uno del Napoli per lo scudetto. Il Chievo (appena 2 punti nelle ultime 8 gare) invece resta fermo in classifica a quota 22 punti a 6 lunghezze sulla Spal terzultima.

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "bravo Mak, ne caghi"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News