Resta in contatto

Approfondimenti

Arriverà il tuo momento?

Gregory Van der Wiel pare non riesca a trovare posto nelle idee di Diego López.

Arrivato durante la fase finale della scorsa finestra estiva di mercato, il suo stato di fisico ha lasciato da subito perplessi: un annoso infortunio, diversi scambi di vedute non proprio ortodossi con l’allenatore della sua ex squadra, lo avevano costretto a vedere il campo da gioco soltanto dalla tribuna o alla tv.

La fretta di volerlo vedere in campo e le difficoltà del Cagliari di sviluppare gioco sulle fasce avevano portato Massimo Rastelli a lanciarlo titolare nella gara contro il Genoa contribuendo con questa scelta alla conseguente debacle: quarantacinque minuti di puro anonimato e persino fischi dall’intero stadio.

La situazione suggerì di richiamarlo in panchina dopo il primo tempo per affidarsi nuovamente a Faragò. L’arrivo del tecnico uruguaiano non ha cambiato le cose, anzi,  è coinciso con i progressi dell’ex Novara che ora sull’out sembra ora trovarsi a meraviglia.

Tutto a discapito dello stesso terzino olandese che vorrebbe almeno una chance per dimostrare quanto vale. Nelle ultime amichevoli, specie quella contro la Nuorese che ha preceduto la sosta per gli impegni delle selezioni nazionali, ha finalmente dimostrato di aver raggiunto un discreto stato di forma.

Rapidità, qualità di palleggio e soprattutto cross dosati, dovrebbero essere il suo marchio di fabbrica, la manna per Leonardo Pavoletti che conta proprio sui palloni provenienti dalle fasce per poter sferrare il colpo vincente.

Con Faragò in stato di grazia sarà difficile per l’olandese trovare la maglia da titolare e la partita di Tim Cup in programma mercoledì prossimo contro il Pordenone potrebbe essere un ottimo banco di prova per dimostrare il suo valore ancora sconosciuto agli occhi dei tifosi rossoblù e dar modo al centrocampista ex Novara di tirare il fiato.

Il Cagliari edizione 2017-2018 ha bisogno anche di  Gregory Van Der Wiel.

 

 

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Secondo me Giulini pensa a Canzi......Puntualizzo, Giulini, non il sottoscritto....."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti