Resta in contatto

News

Italia, niente mondiale: a San Siro 0-0 con la Svezia

Niente mondiale per l’Italia. Non accadeva dal 1958. Non è bastato assediare la porta della Svezia, che torna al campionato iridato dopo un’assenza di 12 anni. Buon inizio azzurro. Darmian al 6’ innesca Florenzi: tiro non forte, sfera fuori.  Nel primo tempo ad entrambe le squadre manca un rigore, alla Svezia forse due. Infatti, al minuto 8 Augustinsson tira giù Parolo dentro l’area, ma l’arbitro spagnolo Lahoz lascia correre, così come fa sul braccio largo di Darmian in area, che tocca il pallone.

Dubbi anche al 28’: tocca col braccio Barzagli in piena area, Forsberg protesta e rimedia l’ammonizione. Brivido al 23’ sul tiro di Toivonen, che Buffon para bene a terra. Stoico Bonucci, che sta male ma non esce dal campo. 27’: botta da dentro area di Candreva, ma la Svezia si salva, come al 40’ sul tiro di Immobile. Prima dell’intervallo ci prova anche Florenzi, ma nulla da fare. Porta svedese stregata.

Nella ripresa, al 2’, altro penalty non concesso agli azzurri. Palla di Candreva per Darmian, che stoppa. Incredibilmente l’arbitro fischia un fallo inesistente di mano, anziché quello netto subito. Pressing della squadra di Ventura, che sfiora il gol al minuto 8 con il tiro al volo di Florenzi, che esce davvero di un non nulla. Italia nettamente a trazione anteriore con gli innesti di El Shaarawy e Belotti al posto di Darmian e Gabbiadini.  Immobile ci prova al 20’ con poca fortuna, quindi un minuto dopo c’è anche la traversa a negare il gol più che meritato. Azione che nasce dal cross di Florenzi, pallone toccato da Lusting, che prende in pieno il legno della propria porta.

Ventura si gioca l’ultima carta per cercare la qualificazione al mondiale: alla mezz’ora infatti entra Bernardeschi ed esce Candreva. Più passa il tempo, più si fa dura. Al 41’ carica a testa bassa Belotti, conclusione ma palla però fuori. Due minuti dopo El Shaarawy vicino alla rete col bolide da dentro l’area, Olsen compie un miracolo. Quindi ci prova anche Parolo sul cross da destra di Florenzi al 44’, ma la sfera esce d’un soffio. Cinque i minuti di recupero. Angolo per l’Italia al 48’, anche Buffon in area: tiro di Jorginho, nulla da fare. Al Mondiale ci va la Svezia.

 

 

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da News