Resta in contatto

Rubriche

Lazio-Cagliari: le pagelle rossoblù di CalcioCasteddu

CalcioCasteddu ha visto così i protagonisti rossoblù nella prima gara della nuova era López: ecco le pagelle di Lazio-Cagliari.

CROSTA: VOTO 4,5. Procura in avvio il penalty che sblocca la gara, intuisce il rigore ma lo manca per un pelo. Poi un’uscita alta da brividi, fortunatamente senza esito, in una serata difficile.

ROMAGNA: VOTO 6. Controlla con tranquillità la sua zona di competenza, ma sul raddoppio ha le sue responsabilità.

ANDREOLLI: VOTO 5. Ritorna titolare, si becca un giallo ingenuo su Immobile e pare titubante. Si perde lontano dal vivo dell’azione.

PISACANE: VOTO 5. Inizia con foga sui tackle, si distrae in area sul pallone del 2-0 e legge male pure l’azione del terzo gol.

DESSENA: VOTO 4,5. Non giocava dall’inizio da un mese, fatica ad arginare le avanzate di Lulic. Un’altra prova né carne né pesce.

Dal 64° FARAGÒ: VOTO 6. Rispetto a chi ha sostituito, si fa vedere reattivo e partecipativo in appoggio all’azione.

IONITA: VOTO 5,5. Prova a tamponare in mediana, dopo essere stato impiegato centrale. Leggermente più positivo rispetto alle ultime uscite.

BARELLA: VOTO 6. Tocca pochi palloni nel primo tempo e si vede poco. Ma è tra i pochi a lottare davvero, mettendo carattere sull’erba dell’Olimpico.

PADOIN: VOTO 6. Buon piglio nella prima parte di gara, in cui appoggia l’azione e poi prova pure il tiro.

Dal 76° MIANGUE: VOTO n.g.

JOÃO PEDRO: VOTO 6,5. Tra i più positivi nei primi 45 minuti, con alcuni suggerimenti e un piazzato fuori di poco. Il migliore tra i rossoblù impiegati a Roma.

SAU: VOTO 5,5. All’inizio pare pimpante. Poi non combina più nulla, ma purtroppo perché in realtà non tocca altri palloni.

Dal 58° PAVOLETTI: VOTO 5. Subito un appoggio sbagliato per Dessena, gli viene annullato un gol per offside. Continua a sembrare molto legnoso e contratto.

FARIAS: VOTO 5,5. Gli viene annullato il primo gol del campionato. Ci prova in altre occasioni, si rende pericoloso ma con scarsa efficacia.

LÓPEZ: VOTO 5. Obiettivamente i giorni a disposizione per conoscere la squadra sono stati pochi, sarebbe stato assurdo chiedergli un miracolo. Cambia modulo introducendo la difesa a tre, ma il rebus retroguardia sembra lontano dalla soluzione. Si è però visto un approccio leggermente migliore nell’atteggiamento e squadra tutto sommato compatta pur nella sconfitta. Mercoledì con il Benevento diventa fondamentale interrompere questa brutta serie negativa.

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da Rubriche