Resta in contatto

Approfondimenti

La serata azzurra di Nicolò Barella

La serata di ieri rimarrà per sempre impressa nel cuore di Nicolò Barella. Anche se il debutto in campo è stato rimandato, per il giovanissimo centrocampista del Cagliari resta l’emozione della sua prima apparizione con la Nazionale maggiore. Un premio per questo suo inizio di stagione strepitoso, dove ha dimostrato una personalità fuori dal comune e una maturità degna di un veterano della Serie A. Pazienza se il ct Ventura ha preferito schierare un Gagliardini non in condizione per poi lamentarsene a fine partita, per Barella nessun rammarico perchè il futuro è dalla sua parte.

Poco spazio per alcuni giocatori nei propri club? Barella è già un leader nel Cagliari e ha tutte le carte in regola per diventarlo anche in Nazionale. Incredibile la rapidità con cui è cresciuto calcisticamente il talento sardo negli ultimi tre anni. Dal prestito al Como, arrivato ultimo in Serie B, fino alla maglia azzurra di ieri non sono passati nemmeno due anni. Una crescita evidente anche nelle qualità tecniche, oggi più complete e capaci di renderlo un centrocampista “totale” bravo sia nel recupero palla che negli inserimenti offensivi, novità di quest’anno che potrebbe portarlo spesso nel tabellino dei marcatori. Il tutto corredato da una visione di gioco eccezionale e un piede sempre più educato. Per scomodare paragoni pesanti si può dire che un certo Radja Nainggolan alla sua età non era così forte. Con il belga ha in comune la grinta e la voglia di migliorarsi, entrambi centrocampisti dotati di grande dinamismo e personalità. A proposito di Belgio, stasera Barella e compagni faranno il tifo per loro, se fermano la Bosnia l’Italia è ai play-off e la partita di lunedì potrebbe diventare l’occasione giusta per sperimentare nuove soluzioni “sarde” a centrocampo.

Foto di Silpress.

 

 

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti