Resta in contatto

Rubriche

Napoli-Cagliari 3-0: le pagelle rossoblù di CalcioCasteddu

Match concluso al San Paolo tra Napoli-Cagliari: queste le pagelle degli uomini impiegati da Rastelli nel match appena terminato al San Paolo.

CRAGNO: VOTO 5,5. Incolpevole sul gol di Hamsik e sul 2-0, ha invece delle responsabilità sul terzo gol di Koulibaly. Salva poi benissimo su Callejón.

PADOIN: VOTO 3. Soffre tantissimo, come previsto, su un territorio che vede il trio Ghoulam-Hamsik-Insigne dargli il tormento. Dalla sua parte un’autentica voragine.

ANDREOLLI: VOTO 4. Non ci capisce granché pure lui, viene tenuto in costante apprensione da avversari in particolare vena.

ROMAGNA: VOTO 5,5. Prima volta da titolare in A, non demerita per gran parte del primo tempo. Poi rovina addosso a Mertens causando il rigore. Chiude bene su Insigne sulla linea di fondo, dimostra personalità anche in ripartenza.

CAPUANO: VOTO 4. In propensione rifila addirittura un tunnel a Callejón, sbaglia alcuni palloni e non dà quasi mai dimostrazione di efficacia.

IONITA: VOTO 3. Non riesce a sostenere adeguatamente Padoin disperato in quella zona del campo. Inghiottito dal tornado napoletano: chi l’ha visto?

CIGARINI: VOTO 4,5. Nei rari momenti in cui dispone del pallone punta subito al lancio, però con poca efficacia. Pomeriggio da resettare anche per lui.

Dal 55° DEIOLA: VOTO 4,5. Esordio in questo campionato, fa fallo su Koulibaly e calcia in modo prevedibile dal limite. Non incide.

BARELLA: VOTO 5,5. Pronti via e si invola sulla sinistra guadagnandosi un fallo. Poi sparisce un po’ e riappare a tratti quando raramente il Cagliari può gestire il pallone.

JOÃO PEDRO: VOTO 3. Assolutamente ininfluente per tutti i 92 minuti disputati.

PAVOLETTI: VOTO 4,5. D’accordo, non riceve praticamente palloni. L’unico che può permettersi di abbattere il gigante Koulibaly, magra consolazione così come gli applausi ricevuti dal San Paolo. Quando darà qualche segno degno di nota?

Dal 66° FARIAS: VOTO 4. Un paio di tocchi e nulla più.

SAU: VOTO 5. Riceve pochi palloni e cerca di gestirli a suo modo, senza poter proporre granché. Problema muscolare per lui e cambio dopo una mezz’oretta.

Dal 34° DESSENA: VOTO 4. Infoltisce la mediana, senza che in realtà ci si accorga tanto della sua presenza in campo.

RASTELLI: VOTO 3. La “carneficina sportiva” che il Napoli avrebbe compiuto sulla corsia destra era abbondantemente prevedibile: inoltre, non sempre si può affrontare l’avversario con il trequartista, si rischia di regalare un uomo proprio come oggi per un centrocampo in sofferenza. Brutta prova, una sensazione di totale inferiorità.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Stefano Sciandra
3 anni fa

Pagelle giustissime, ma Giulini a avanti per la sua strada quella che porta in B

Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Fabrizio Cammarata

Ultimo commento: "Ancora con Cammarata? Basta! NON ha fatto niente di niente a Cagliari per essere menzionato. Riva merita Molto, ma Molto di più che Cammarata...."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Su Riva è stato detto e scritto di tutto. Giocatore Immenso ed unico. Ma il suo carisma lo si può riassumere col termine usato da..."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Classe pura da grande campione, giocate stupende e professionalità indiscussa Uomo dai principi di vecchio stampo Grazie di tutto " PRINCIPE ", era..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "peccato che perdemo 4-2"
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Nel '67 avevo nove anni, ma ricordo quando la formazione iniziava con: Colombo, Martiradonna, Tiddia ... ('64)"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche