Resta in contatto

Rubriche

Una partita, un ricordo

A cura di Fabio Ornano e Giancarlo Cornacchia 

Una partita sotto la neve a Cagliari? È successo pure questo!

La neve nel capoluogo è un evento raro, ancor di più lo è una partita in un Sant’Elia candidamente ricoperto di bianco.

Parliamo del 3 gennaio 1993, data che i vede i cagliaritani festeggiare più per le strade che allo stadio. Avversario di turno è il Torino di Emiliano Mondonico, rimasto sbigottito dall’insolito clima trovato nella terra dove il sole è padrone di casa.

In campo le due formazioni, che utilizzano il pallone arancione, si danno battaglia cercando di avere la meglio l’una sull’altra. Sor Carletto Mazzone, non potendo contare sullo squalificato Oliveira, lancia titolare il giovanissimo Marcelo Tejera che, tuttavia, non sfigura.

L’equilibrio precario dei giocatori unito alle condizioni del campo e alla rigida temperatura impediscono giocate di qualità, tant’è vero che i pericoli per i due portieri arrivano con conclusioni dalla distanza.

È di Vittorio Pusceddu l’occasione propizia a pochi minuti dalla fine, ma il suo calcio di punizione da 25 metri rischia di rompere le dita di Marchegiani, che già nel primo tempo aveva compiuto un miracolo su un colpo di testa di Gianluca Festa. 

Alla fine un salomonico pareggio a reti inviolate con il coraggioso pubblico che tornò a godersi quei fiocchi di neve che difficilmente rivedrà cadere sulla città.

Dovrà passare poco meno di un anno prima che Sandro Vitali possa volare in Olanda ad acquistare le calzature munite di ventose che permetteranno ai rossoblù di battere, sempre sotto la neve, il Malines negli ottavi di finale di Coppa Uefa.

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

presente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Ricordo benissimo il pallone colorato alla ultimo dal Grande Mario Manca. E posso dire c’ero anche io.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Avevo 16 anni e ricordo benissimo quella giornata.
Mi svegliai e vidi la neve!!

Dovevamo andare allo stadio ma babbo cambiò idea.
Saremmo dovuti partire da Lunamatrona (il mio paese) ma il rischio di viaggiare in quelle condizioni era alto, mica siamo abituati alla neve noi!

Mi arrabbiai, ci rimasi male, e babbo decise di portarmi lo stesso.
Ci sedemmo nella mitica Regata e via a Cagliari!!
Fu uno 0-0 noiosissimo ma sotto la neve, a Cagliari!!
Partita indimenticabile.

Cosa non fa un padre per accontentare i propri figli ☺

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

vista cagliari torino 0-0 gioco’ anche il biondo texeira

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Visto il clima non poteva che finire a reti ” bianche”

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Presente!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Cagliari Torino :-)c’ero 🙂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Io c’ero un freddo pallone verniciato di arancione…. E a fine partita tutto scolorito

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

CAGLIARI- TORINO 0-0

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Io c’ero

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Il culo congelato e Marcelo texeira cagau se si friusu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

C’ero!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Io c’ero. Pallone verniciato di arancio per l’occasione dal magazziniere Mario Manca

Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Fabrizio Cammarata

Ultimo commento: "Quando ci ha salvato miracolosamente nedo sonetti alle ultime giornate"

Gigi Riva

Ultimo commento: "Su Riva è stato detto e scritto di tutto. Giocatore Immenso ed unico. Ma il suo carisma lo si può riassumere col termine usato da..."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Classe pura da grande campione, giocate stupende e professionalità indiscussa Uomo dai principi di vecchio stampo Grazie di tutto " PRINCIPE ", era..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "peccato che perdemo 4-2"
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Nel '67 avevo nove anni, ma ricordo quando la formazione iniziava con: Colombo, Martiradonna, Tiddia ... ('64)"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche