Resta in contatto

Approfondimenti

Amarcord rossoblù: Pasquale Foggia, annata turbolenta

Il libro dei ricordi rossoblù rievoca un protagonista che ballò sotto il sole di Cagliari per una sola annata: Pasquale Foggia. Annata unica, ma senza dubbio… indimenticabile.

Nato a Napoli il 3 giugno 1983, Foggia ha giocato come trequartista per tre lustri: ha calcato i campi della Serie A per diverse stagioni, dopo essere cresciuto nel vivaio di Padova e Milan. A Cagliari arriva nell’estate 2007, in prestito con diritto di riscatto dalla Lazio. Un ottimo inizio per lui gli spalanca le porte della Nazionale di Donadoni, tanto che il 13 ottobre debutta da titolare contro la Georgia e poi scende in campo anche con il Sudafrica 4 giorni più tardi. Il momento di particolare spolvero della sua carriera sta per incappare in un episodio spiacevole. Il 24 ottobre litiga in allenamento con il compagno Davide Marchini e la storia sembra finita lì. Macché… qualche giorno più tardi, Marchini (che si trovava con l’altro compagno Acquafresca) viene malmenato da un amico di Foggia – presente tra l’altro all’evento – al Caffè Agorà cagliaritano come da presumibile “regolamento di conti”. Foggia viene messo fuori di rosa, ma accade l’impensabile: Foggia viene reintegrato, Marchini isolato per una faccenda che non fa onore alla piazza cagliaritana. La versione riportata dell’accaduto è quella resa nota da Marchini. La stagione di Foggia, che si concluderà con 33 presenze e 5 reti, si rivelerà alla fine più deludente rispetto ai fuochi dell’inizio. Il giocatore campano concluderà la carriera nel 2014 alla Salernitana. Oggi è il responsabile del settore giovanile del Benevento.

60 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
60 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da Approfondimenti