Resta in contatto

News

Il Cagliari ha cambiato strategia: prestiti? No, grazie!

Sembra passata un’eternità dalla prima stagione di Giulini alla presidenza del Cagliari. Un po’ di inesperienza e un po’ di sfortuna catapultarono i rossoblù in Serie B: una squadra che conteneva ben nove giocatori presi in prestito (Capuano, Farias, Crisetig, Longo, Brkic, Cop, Gonzalez, Husbauer – sono rimasti solo i primi due). L’anno dopo sarebbero stati in quattro (Tello, Cerri, Rafael, Barreca – solo il brasiliano è ancora in rosa) mentre nella scorsa stagione arrivarono con questa formula Tachtsidis, Gabriel, Miangue e Faragò: i primi due rispediti al mittente a giugno.

Da nove a zero: ora il Cagliari ha cambiato strategia, come racconta oggi L’Unione Sarda in un’approfondita analisi nelle sue colonne. “Patrimonializzare” è la parola d’ordine, come promise lo stesso Giulini: “Non vogliamo fare da chiocchia, vogliamo giovani che possano poi essere del Cagliari“. E così, in effetti è stato: la rosa del Cagliari è effettivamente del Cagliari, senza prestiti e senza opzioni che tengano. L’unico giocatore il cui cartellino non è – ancora – della società di via Mameli è proprio Leonardo Pavoletti, su cui è presente però un obbligo di riscatto fissato a 10 milioni.

Un Cagliari virtuoso, che ha saputo trattenersi dalla tentazione del facile e comodo prestito, tuttavia così poco fruttuoso a lungo termine: in Serie A solo in tre possiedono esclusivamente giocatori di proprietà: oltre ai sardi, Roma e Udinese; Spal e Benevento sono invece le squadre che più hanno fatto ricorso alla formula del prestito: ben 12 volte.

La lungimiranza non è mancata al ds Rossi, che volendo “impostare il lavoro guardando ai prossimi due-tre anni” ha virato fortemente su una strategia a lungo termine, e le stesse cessioni di Han e Colombatto, che pure stanno facendo benissimo in B a Perugia, sono da inquadrare in questo tipo di programmazione. Gli acquisti a titolo definitivo di Miangue e Romagna, pure.

 

 

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Lapadula e Pavoletti, staffetta o devono giocare insieme?

Ultimo commento: "Pavoletti deve partire dalla panchina all’occasione entra, lapadula sempre in campo dall’inizio, deiola non è mai stato un buon giocatore riesce..."

Poca affidabilità dietro, per i lettori di CalcioCasteddu servono rinforzi

Ultimo commento: "MANDIAMOCI TUTTO IL BATTAGLIONE S,MARCO...O I GRANATIERI DI SARDEGNA ARMATI DI TUTTO PUNTO...COSI LE PARTITE LE VINCIAMO...(QUALCUNA)"

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Allenatore non all'altezza ... come capita sempre del resto nelle scelte di Giulini"

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "Giulini drogato, Capozucca il suo pusher"

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "Tu ti sei già abituato al mestolo di Giulio, continua a lucidarglielo per bene, mi raccomando."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News