Resta in contatto

Approfondimenti

Come cambia il centrocampo rossoblù

Il centrocampo del Cagliari prova a cambiare pelle. Lo fa attraverso una nuova cabina di regia che, sulla carta, sarà affidata al neo arrivato Luca Cigarini. L’ex sampdoriano proverà a raccogliere la pesante eredità di Daniele Conti. No, nessuna dimenticanza: i vari Di Gennaro, Fossati, Tachtsidis che si sono succeduti in quel ruolo non solo non hanno lasciato alcun segno, ma le loro cessioni hanno rappresentato probabilmente una logica conseguenza di quanto (non) visto sul campo. Cigarini proverà a colmare quello che è tuttora un vuoto, e che rappresenta uno dei veri punti deboli della rosa da ormai due anni.

Si è parlato tanto di un reparto difensivo colabrodo, imbarazzante, tra i peggiori d’Europa. L’attenzione però non è stata mai posta abbastanza anche in altri termini, e cioè puntando l’indice qualche metro più avanti. Il centrocampo del Cagliari ha avuto infatti più di un problema nel corso delle ultime due stagioni. In particolare, è importante notare come dopo il grave infortunio occorso a Daniele Dessena, la rosa rossoblù abbia letteralmente portato allo scoperto tutte le sue mancanze nella parte centrale del campo. Già lo scorso anno si è corso ai ripari ingaggiando un forte centrocampista come Artur Ionita, che purtroppo non ha potuto esprimere tutto il suo potenziale a causa di un altro grave infortunio.

Quest’anno le cose sembrano incanalarsi nei giusti binari: ruoli ben definiti, pochi dualismi, chiarezza sui compiti da svolgere. Oltre al già citato Cigarini, il centrocampo a tre della squadra rossoblù potrebbe essere composto da Nicolò Barella e dal ritrovato Artur Ionita: tre elementi, insomma, che potrebbero completarsi fornendo al reparto arretrato quella cerniera che è certamente mancata soprattutto nell’ultima stagione. Probabilmente la causa principale dei tanti gol subiti.

Tante poi le alternative a disposizione di Massimo Rastelli, al netto delle possibili cessioni in vista.

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "È da anni che la difesa è imbarazzante ma pare che nessuno della dirigenza se ne sia mai accorto"

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Chi sceglie 'è' Liverani. Questo nostro è un gioco."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "per me Deiola è prezioso non sarà un fuoriclasse ma dà l'anima per la squadra e tiri da lontano che sono belli da vedere"

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti