Resta in contatto

Approfondimenti

Suazo all’Inter: quando Andreolli rifiutò il Cagliari e Bonucci fu scartato

Sky Sport ripercorre la vicenda che vide protagonista l’honduregno David Suazo e i due club milanesi nell’estate di dieci anni fa. Tra contropartite, annunci e smentite, quello dell’allora capitano rossoblù fu un vero e proprio giallo di mercato.

La storia si apre con l’Inter campione d’Italia e Suazo reduce da due stagioni di alto livello. I neroazzurri lo vogliono per completare un attacco stellare con Ibrahimovic, Adriano, Crespo e Cruz, offrendo al Cagliari delle contropartite per abbassare il prezzo della clausola fissato a 14 milioni. Massimo Moratti si presenta da Cellino con tre giovanissimi: Robert Acquafresca, Marco Andreolli e Leonardo Bonucci. Acquafresca però vorrebbe restare a Treviso dove è reduce da una buona stagione, Andreolli ha tante offerte e preferisce dire no ai rossoblù, mentre Bonucci non interessa al Cagliari. A questo punto viene offerto Victor Obinna ma Marco Giampaolo, tecnico del Cagliari, vuole solo Acquafresca e pone il veto sulla contropartita tecnica.

All’improvviso arriva il blitz di Adriano Galliani. Il Milan paga la clausola per intero e soffia il giocatore all’Inter, manca solo la firma del calciatore ma il sito ufficiale dei rossoneri ha già annunciato l’acquisto. Poi il dietrofrónt di Cellino che rivela la decisione di Suazo di andare all’Inter. Il Milan si ritira dalla trattativa e al Cagliari vanno 13 milioni più la comproprietà di Acquafresca.

Andreolli quell’estate passa alla Roma nell’operazione che porta Chivu all’Inter ma a causa di problemi fisici non scenderà mai in campo. Dieci anni dopo tenterà l’ultimo rilancio della sua carriera proprio in Sardegna. Acquafresca lascia il Treviso che per risarcimento riceve il giovane sconosciuto Leonardo Bonucci, respinto dal Cagliari e spedito a farsi le ossa in Serie B. Sarà l’inizio di una carriera sfolgorante.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "È da anni che la difesa è imbarazzante ma pare che nessuno della dirigenza se ne sia mai accorto"

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Chi sceglie 'è' Liverani. Questo nostro è un gioco."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "per me Deiola è prezioso non sarà un fuoriclasse ma dà l'anima per la squadra e tiri da lontano che sono belli da vedere"

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti