Resta in contatto

News

Cosa farai da grande? – Alberto Gallardo

Nella seconda puntata della nostra nuova rubrica parleremo di un attaccante che ha militato in Sardegna negli anni sessanta e precisamente quando il Cagliari si affacciava per la prima volta in serie A. Il suo nome è Alberto Gallardo, classe 1940, che il grande Andrea Arrica portò in Sardegna direttamente dal Perù, via Milan.

È il 1964 ed il sodalizio cagliaritano si assicura le prestazioni di questo aitante attaccante di 182 centimetri per 75 chilogrammi di peso: definito uno dei migliori attaccanti del Sudamerica, dove aveva realizzato 56 reti in 52 presenze con lo Sporting Cristal. Ciò che intimoriva davvero era il suo soprannome: piede di dinamite. Il suo tiro terrificante era una vera e propria preoccupazione per i portieri avversari. Purtroppo per lui in Sardegna non ebbe tanta fortuna. Dopo poche domeniche i tifosi iniziarono a fischiarlo per i suoi continui errori sottoporta, con improbabili conclusioni che facevano la felicità dei ragazzini situati presso il canale di Mammarranca, pronti ad accaparrarsi i palloni che giungevano dallo stadio Amsicora.

Score di Gallardo con la maglia rossoblu: 40 presenze ed appena 6 goal in due anni. Ritornò in Sudamerica, dapprima in Brasile nel Palmeiras (49 presenze e 16 reti) per poi far ritorno nel suo Perù e nello Sporting Cristal dove realizzò la bella somma di 71 reti in 170 apparizioni. Era un buon attaccante e lo dimostrò nei mondiali messicani del 1970. Memorabile un suo goal al Brasile di Felix, Pelè, Tostão e Rivelino con un potentissimo sinistro quasi dalla linea di fondo campo.

Il povero Alberto è deceduto nella sua Lima il 19 gennaio del 2001 a causa di un’infezione, ma ha fatto in tempo qualche mese prima a farsi immortalare in una foto assieme all’altro ex cagliaritano Julio Cesar Uribe mentre sventolano una grande bandiera con i quattro mori.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Giulini non sarebbe in grado di fare l'amministratore di un condominio senza appartamenti figuriamoci gestire una squadra di calcio in serie A.Persona..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News