cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Maiello: “Non riuscii a rapire Zola: ora riparte la mia vita”

La storia di Fabrizio Maiello: il sogno infranto di diventare calciatore, gli anni in carcere e quel momento a tu per tu con Gianfranco Zola. La sua rinascita.

LA VITA SUL FILO. Nel 1994, l’allora latitante Fabrizio Maiello viveva pericolosamente dopo il sogno infranto – a 17 anni – di diventare calciatore professionista. Era pronto a rapire Gianfranco Zola (foto di copertina), all’epoca giocatore del Parma e della Nazionale. Ma, quando si concretizzò il momento a una pompa di benzina, non ebbe il coraggio e decise di chiedergli semplicemente un autografo. Che custodisce tuttora.

OGGI. Oggi Maiello ha 60 anni, 14 dei quali trascorsi all’ospedale psichiatrico giudiziario di Reggio Emilia. Desidera testimoniare che la vita può ripartire, sempre. E racconta la sua storia in tutta Italia, così come nel libro “Nel carcere dei matti delinquenti – Storia di Fabrizio Maiello“. “La vita va vissuta per quelle piccole grandi cose che ci offre, ma dobbiamo sempre avere un piano B“, ha affermato a L’Unione Sarda.

Subscribe
Notificami
guest

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Avete perso una news o un approfondimento sul Cagliari? Date uno sguardo al nostro riepilogo,...
Il probabile undici rossoblù secondo la nostra redazione...
Ecco i giocatori a disposizione per la gara dell'Unipol Domus...

Dal Network

Gara risolta nel primo tempo dalla compagine di Gilardino. Friulani per quasi tutta la ripresa...
“Abbiamo provato con giocate individuali, ma il problema sono i tre gol su palla inattiva”...
Il quotidiano cartaceo evidenzia in una analisi gli atteggiamenti comportamentali del presidente dei campioni...
Calcio Casteddu