cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cagliari, l’alfabeto del 2023: seconda parte

Alcuni momenti significativi dell'anno appena trascorso, per il Cagliari che ha vissuto il 2023 intensamente. Seconda e ultima parte.

M come MVP. Grazie alla migliore stagione della sua carriera, Gianluca Lapadula ha letteralmente trascinato il Cagliari alla promozione. Tanto che oltre al titolo di capocannoniere della cadetteria, si è portato a casa il premio come Miglior Giocatore stagionale.

N come NUOVO STADIO. Le lungaggini burocratiche, le schermaglie dialettiche, tante polemiche. La querelle sul nuovo stadio di Cagliari continua, in attesa di assistere ai primi passi concreti a livello strutturale: a partire dalla demolizione del Sant’Elia abbandonato.

O come ORISTANIO. Gaetano Oristanio, arrivato dall’Inter con la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto, è un ragazzo dai colpi interessanti. Personalità, mentalità offensiva e un ottimo sinistro sono sul suo biglietto da visita. Deve ancora esprimere tutto il suo potenziale: sarebbe bello se accadesse in maglia rossoblù, nel prossimo futuro.

P come PRATI. Ecco un altro giovane di prospettiva. Per Matteo Prati il Cagliari ha fatto un investimento importante, portandosi a casa uno degli azzurrini più in vista. Ranieri lo ha inserito con il contagocce, promuovendolo infine titolare fisso.

Q come QUATTRO DOPPIO. Nella scorsa cavalcata in Serie B, restano indelebili le due quaterne del 10 e del 18 marzo: 4-1 all’Ascoli all’Unipol Domus, 4-0 sulla Reggina al Granillo: con la particolarità dello stesso ordine dei marcatori sul tabellino. Doppietta di Lapadula, gol di Mancosu e Zappa.

R come RIVA. Il popolo rossoblù ha assistito, con enorme piacere, alle apparizioni social di Gigi Riva grazie alle foto pubblicate dai figli Nicola e Mauro. Una testimonianza d’affetto per i tifosi del Cagliari che, con immutato amore, sostengono il loro Rombo di Tuono.

S come SESSANTUNO. Il Cagliari, da statistiche aggiornate, trova in media il suo primo gol nel campionato in corso al minuto 61: una tendenza abbastanza cronica della squadra rossoblù.

T come TERRITORIO. Una delle caratteristiche della gestione Ranieri riguarda la reintroduzione, proprio come tanti anni fa, delle amichevoli infrasettimanali per abbracciare i tifosi sul territorio isolano. Le tappe sono state Villacidro (30 marzo), Oristano (10 maggio), Carbonia (12 ottobre) e Nuoro (16 novembre).

U come UNDICI GIUGNO. La data della promozione, maturata al San Nicola di Bari grazie al gol all’ultimo respiro di Pavoletti, è entrata nel grande libro della storia cagliaritana.

V come VIOLA. Nicolas Viola, attraverso un lungo processo fatto anche di numerosi problemi fisici, si è infine ritagliato uno spazio degno di nota nel Cagliari. Il suo piede sinistro, nonostante il rigore sbagliato contro l’Empoli, è forse il più educato dell’intera rosa.

W come WIETESKA. Il centrale polacco non ha avuto un impatto morbido con la realtà italiana. Fisicamente deve imparare a limitarsi, perché errori e cartellini si pagano con gli interessi.

Z come ZITO. Il percorso di crescita di Luvumbo ha subito uno stop, dopo una fase molto positiva. Ma se non si mette come obiettivo di giocare a testa alta e collaborare maggiormente con i compagni, rischia di mortificare le sue qualità.

Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Come spiegato da mister Ranieri in conferenza stampa, il numero 10 aveva bisogno di riposo...
Le ultime informazioni disponibili sui probabili undici di Cagliari-Napoli: problemi di infermeria per Ranieri, Di...
Il match di domenica all'Unipol Domus tra Cagliari e Napoli offre uno spunto inaspettato: Adam...

Dal Network

Al Maradona i campioni d’Italia del nuovo tecnico Calzona subiscono il gol di Lewandoski, poi...
Ottima direzione di gara dell'arbitro: vede bene sui rigori richiesti da entrambe le parti e...
Allo Stirpe la sfida tra due ex compagni di squadra oggi allenatori Di Francesco-De Rossi,...
Calcio Casteddu