cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Bonato: “Ai ragazzi chiedo coraggio. Mercato, lavoriamo su difesa e attacco. 4-4-2 di base”

Il direttore sportivo del Cagliari, Nereo Bonato, risponde alle domande dei media nella sala stampa di Asseminello: i temi della nuova stagione alle porte

Dal nostro inviato

Ho l’onore e il piacere di essere qua un mese dopo Bari, al termine di un percorso entusiasmante seppur non semplice. I complimenti a tutti: squadra, società, tifosi, media. I ragazzi hanno percepito l’amore attorno a loro. Ora inizia una nuova storia, di sicuro difficile perché la Serie A è un torneo di alto livello. L’augurio è che l’adattamento alla categoria sia più veloce, rispetto a un anno fa“.

Vogliamo preservare l’aspetto tecnico, salvaguardando la sostenibilità economica. Fase di difficoltà generale dal punto di vista finanziario, dopo le vicissitudini delle ultime stagioni anche a livello di organico, con la necessità di compiere diverse scelte: ponderate, affinché questa campagna acquisti possa incidere nelle prossime 2-3 annate del club senza voli pindarici“.

Sappiamo che dovremo compiere diverse scelte spiacevoli a livello affettivo: però il massimo campionato richiede questo, per sbagliare il meno possibile. La squadra attuale vedrà la ricerca di elementi funzionali per una resa migliore dell’intero organico, con un occhio di riguardo per profili giovani e motivati. Ma pure l’esperienza di categoria sarà necessaria, perché pochi giovani dell’ultima annata possono contare buon minutaggio in A. Punteremo pure a profili da rilanciare: Cagliari ha i valori necessari per chi desidera ripartire“.

Dopo Bari abbiamo messo sul tavolo tutte le situazioni contrattuali. La priorità è andata alla risoluzione dei prestiti e alla valutazione del ‘tesoretto’. L’arrivo di Sulemana è un investimento in prospettiva, l’uscita di Veroli e Prelec è stata decisa per una loro valorizzazione“.

Jankto, Scuffet e Oristanio: hanno giocato in Italia e all’estero, tornando con grande motivazione da spendere. Ranieri è un maestro, da parte nostra il compito di portare ‘alunni’ di qualità che abbiano doti da esprimere. La rosa 2022-23, nella seconda parte della stagione, ha visto una crescita notevole in alcuni ragazzi; altri hanno già fatto la categoria e desiderano mostrare di meritarla; e infine lo zoccolo duro rappresentato dai sardi Deiola, Mancosu ed Aresti. Desidero coraggio dai ragazzi: ci deve essere la consapevolezza di potersela giocare sempre.

Bisogna lavorare su difesa ed attacco, in sede di mercato. Non è corretto fare nomi: ma quando ho parlato di rinunce dolorose, sappiamo al nostro interno di chi parliamo“.

Il processo di transizione dalla B alla A comporta un grande turnover di giocatori e la necessità di trovare degli elementi: se noi ci dimostreremo bravi in tal senso, potremo puntare su un processo di crescita graduale. Partiamo sulla base del 4-4-2 da sviluppare anche in sede di mercato“.

Palomino e Prati? Un discorso che fa parte appunto di una strategia tra esperienza e gioventù. Tutte le operazioni vanno in porto se ci sono funzionalità, rispetto del progetto tecnico, motivazione e aspetto economico“.

Subscribe
Notificami
guest

34 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Come di consueto, alla vigilia di una gara ufficiale dei rossoblù, tocca a voi scegliere...
Il presidente del Cagliari era presente a Milano questa mattina, alla vigilia della gara di...
Cagliari e Atalanta di fronte al CRAI Sport Center per il 29° turno di Primavera...

Dal Network

Lo scontro diretto termina a favore dei pugliesi. In apertura di gara annullato a Cerri...
Dopo l’intervista nel post partita dei biancocelesti vittoriosi 3-1 alla cenerentola Salernitana del giocatore, interviene...
La società giallorossa ha messo in vendita i biglietti dei posti “a ridotta visibilità” di...

Altre notizie

Calcio Casteddu