cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Azzi, quando “odiare” Ranieri funziona!

Ranieri lo ha ribadito più volte: Azzi arriverà a odiarmi, per quanto gli sto addosso per il suo bene. Le prestazioni recenti hanno portato frutti

DUBBI. Dopo l’esordio contro il Como bagnato con un gol, Paulo Azzi aveva gradualmente perso lo status di titolare. Due panchine di fila e la risposta di Ranieri: “Non è pronto. Deve crescere dal punto di vista difensivo e gioca chi mi dà più garanzie su ciò che desidero. Ma si sta impegnando tanto, voglio che arrivi a odiarmi perché gli sto addosso: per il suo bene, perché ha tutte le qualità per essere protagonista“. Il Mister romano non ha mai negato spiegazioni sull’italo-brasiliano. Ora le cose sono cambiate.

POTENZIALE. Dopo aver visto sulla corsia mancina Obert, Barreca e Lella, l’ex Modena ha riconquistato il posto. Il potenziale è importante e può fare la differenza nella categoria: fisico, dinamismo, personalità, mancino capace, buona efficacia nei suggerimenti in area dalla fascia. E Lapadula ringrazia, come in occasione di Cagliari-Ascoli. Chiaro: Azzi deve alzare l’asticella della propria affidabilità difensiva, però… I benefici di averlo in campo sembrano fuori discussione.

 

Subscribe
Notificami
guest

38 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sotto contratto con il Cagliari e in prestito in C al Pontedera, Isaias Delpupo ha...

SAN SIRO. Per Alessandro Di Pardo, nell’ultima gara a San Siro contro l’Inter, è arrivata...

Bilancio nettamente in rosso per il Cagliari con il fischietto Piccinini: l'ultima volta è stata...

Dal Network

Lavoro parziale con la squadra per Milik. Solo personalizzato per Szczesny ...
Un altro indizio con Adriano Galliani protagonista, il futuro del Club si sta delineando sempre...

Altre notizie

Calcio Casteddu