Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ranieri-Watford, l’ultima esperienza prima di Cagliari

Claudio Ranieri prenderà ufficialmente in mano le redini del Cagliari da domani, poi l’inizio del lavoro con la squadra per una nuova avventura. Scopriamo come è stata la sua ultima esperienza in panchina, nel Watford

GENNAIO. Come è stata l’ultima esperienza da allenatore di Claudio Ranieri prima del ritorno a Cagliari? Era stato nominato allenatore del Watford a ottobre 2021, ma non è riuscito a ribaltare le sorti della squadra con gli Hornets che sono stati risucchiati in zona retrocessione: era la prima volta che accadeva in stagione, dopo una sconfitta contro il Norwich. Il Watford aveva perso 7 delle ultime 8 partite di Premier League sotto la gestione del tecnico romano. La società, a gennaio 2022, ha deciso di sollevare il Mister dall’incarico. Eppure, subito dopo la gara persa contro il Norwich aveva affermato ai microfoni: “I don’t go away. I want to continue because I am a fighter. I’ve never given up in my career” (“Non vado via. Voglio continuare, sono un combattente. Non mi sono mai arreso nella mia carriera“).

RENDIMENTO. Il Watford ha preso una decisione condivisibile, basti pensare a un semplice dato allarmante: una striscia di 9 gare senza vittorie, in tutte le competizioni, non si verificava dal novembre 2013.

The Hornets’ board recognises Claudio as a man of great integrity and honour, who will always be respected here at Vicarage Road for his efforts in leading the team with dignity. However, the board feels that, with nearly half of the Premier League campaign remaining, a change in the head coach position now will give a new appointment sufficient time to work with a talented squad“.

(“La società riconosce Claudio come uomo di grande integrità e onore, lo rispetteremo sempre qui a Vicarage Road per il suo tentativo di guidare la squadra con dignità. Ad ogni modo la dirigenza ritiene che, con quasi metà della stagione ancora da giocare, sia giunto il momento di un cambio di guida tecnica: il nuovo allenatore avrà così il tempo sufficiente di lavorare con una rosa di talento“).

CIFRE DISTINTIVE. Dunque, purtroppo non è andata bene. Nella vita di un professionista, soprattutto nel caso di Ranieri che vanta esperienza sconfinata, è fisiologico che non tutte le ciambelle escano con il buco. Ma le cifre distintive, sono lì e non le scalfisce nessuno: integrità, onore, dignità, rispetto. Valori importanti, che Sir Claudio non vede l’ora di rimettere a disposizione sotto il cielo di Cagliari. Una piazza che ha saputo conquistare e che gli darà sempre affetto, riconoscenza: non sarà certo facile o scontato, ma… vada come vada. E ora, forza Mister!

 

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti