Resta in contatto

Approfondimenti

Coppa Italia, Cagliari: l’importanza di qualificarsi nelle gare trappola di agosto

Il 3-2 sul Perugia, indipendentemente da come è arrivato, è un primo passo verso la costruzione della nuova stagione. I ko di Lecce e Empoli insegnano

La Coppa Italia 2022/2023, che ancora deve chiudere il programma dei trentaduesimi, ha già certificato l’uscita di scena delle quattro squadre di C e di due della Serie A. Reggiana, Padova e Catanzaro erano state eliminate una settimana fa nel turno preliminare, la Feralpisalò ha salutato venerdì perdendo a Udine, nonostante un’ottima gara, mentre tra avantieri e ieri è toccato all’Empoli di Zanetti e al Lecce di Baroni, a beneficio di Cittadella e Spal.

CAGLIARI. Conta tanto la condizione fisica in questo periodo della stagione, ad una settimana dal campionato. Discorso che vale per le squadre di A e B in particolare. Ecco perché il 3-2 sul Perugia avvalora la qualificazione ai sedicesimi della squadra di Liverani. Che, come tutti i suoi colleghi, sa bene che c’è tantissimo da lavorare. Paradossalmente, l’essersi trovati sotto 2-1 contro gli umbri, è servito. Perché per migliorare serve anche quello.

Con un mercato apertissimo, si piò intervenire e, più che in altri reparti, il ds Capozucca deve fornire rinforzi di qualità in difesa. Di Pardo avrà tutto il tempo per rifarsi dopo le incertezze palesate e (se andrà via Goldaniga) prendere qualche altro giocatore in quella zona del campo, servirà come il pane. Ora testa al campionato. Partire bene sabato a Como in campionato, sarà fondamentale. Soprattutto se verrà migliorata la fase difensiva.

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Cagliari-Venezia: i tifosi hanno scelto la loro formazione

Ultimo commento: "Modulo più adatto con l'abbondanza di centrocampisti che abbiamo, più geometrie di gioco verso gli attaccanti. Se funziona il filtro del..."

(SONDAGGIO) Che voto date al mercato del Cagliari?

Ultimo commento: "3- Un mercato orientato al massimo guadagno senza guardare assolutamente alle esigenze della squadra, comprando giocatori a fine carriera o giovani..."

Luvumbo titolare o “super-sub”? Avete votato così

Ultimo commento: "Sempre dal primo minuto, Zito è in una forma straordinaria, ha classe e verve del vent'enne. Lui e Mokoumbu, sempre dal primo minuto, coadiuvati da..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti