Resta in contatto

News

Anticipo Serie A: una grande Roma passa 4-1 a Bergamo ai danni dell’Atalanta

Ottima prova della compagine di Mourinho decisamente in palla, capace di mettere la contesa del Gewiss Stadium dalla sua parte fin dal fischio d’inizio

Un 4-1 pesante in casa dell’Atalanta, che potrebbe essere il cambio di passo della Roma di Mourinho. La vittoria è figlia di una gara eccellente dei giallorossi, praticamente sempre primi rispetto agli avversari, sul pallone.

ROMA PADRONA A BERGAMO. Super partenza dei giallorossi, in rete dopo appena 1’, con Abraham, che (imbeccato da Zaniolo) ha la meglio Toloi e poi supera Musso, nonostante il tentativo di Hateboer. I bergamaschi carburano piano, poi si rendono pericolosi al 20’ Con Djimsiti ma palla deviata in corner e 1’ dopo con Zapata. Le cose però si mettono ulteriormente male, quando (27’) Zaniolo dopo un fraseggio con Veretout, obbliga con la sua conclusione Musso, battuto sul primo palo, a raccogliere ancora il pallone dal sacco per lo 0-2. I nerazzurri attaccano subito alla ricerca del gol che riapra la sfida. Infatti al 29’ incredibile parata (con deviazione in angolo) di Rui Patricio su Toloi. Bella gara tra le due contendenti. Al 34’ Djimsiti, infortunato, lascia il posto a Muriel. Che, complice la sfortunata deviazione del portiere, insacca da fuori area nel primo dei tre di recupero decisi da Irrati. Per la Lega Calcio si tratta di autorete di Cristante. Comunque sia, è un gol che ovviamente rianima i numerosi tifosi bergamaschi presenti sugli spalti.

I quali spingono i ragazzi di Gasperini alla rimonta. Che al 3’ evita Mkhitaryan con una fondamentale deviazione su Malinovskyi. Quest’ultimo (6’) su punizione concessa per fallo di Karsdorp, impegna severamente Rui Patricio. Palla in angolo. Pareggio lombardo annullato al 22’: sulla perfetta battuta direttamente da angolo di Malinovskyi e grande impatto di Zapata, ma fallo su Cristante da parte di Palomino. Dal Var conferma della non regolarità. Cinque minuti dopo sesta rete con la maglia della Roma di Smalling che impatta in modo stupendo il pallone fatto arrivare da Veretout e batte Musso. Gasperini prova a dare una sferzata alla gara dei suoi, inserendo negli ultimi 12’ più recupero forze fresche. A 7’ dalla fine, sulla sfera ribattuta a Veretout, Abraham aggancia e sigla la doppietta che potrebbe valere il grande cambio di passo della Roma, ora provvisoriamente a -5 dal quarto posto che qualifica alla fase a gironi della prossima Champions League. Per l’Atalanta un brutto passo falso nel pomeriggio che avrebbe potuto dire con una vittoria, secondo posto momentaneo (in attesa di Milan-Napoli) dietro l’Inter.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini o un altro l'importante è che vada via GIULINI"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News