Resta in contatto

News

Anticipo Serie A: l’Inter vince 2-0 a Venezia e si porta momentaneamente a -1 da Napoli e Milan

Al Penzo sfida risolta da un gol siglato nel primo tempo di Calhanoglu e da un rigore in pieno recupero di Martinez. I padroni di casa non hanno demeritato, ma la differenza in campo è stata evidente

L’Inter ferma il momento positivo del Venezia (7 punti nelle ultime tre giornate) vincendo al Penzo 2-0. Ora i nerazzurri sono a -1 dalla coppia di testa composta da Napoli e Milan, che giocheranno le loro gare domani, rispettivamente al Maradona contro la Lazio e a San Siro col Sassuolo.

OCCHI PUNTATI IN LAGUNA. Zanetti punta sul tridente composto da Johnsen, Aramu e Okereke, Inzaghi lascia a sorpresa Martinez in panchina a inizio partita, inserendo Correa in avanti accanto a Dzeko. La sfida si sviluppa, come era prevedibile sugli attacchi dei nerazzurri verso la porta difesa da Romero, impegnato severamente da Peresic alla mezzora. Mai pericolosi i padroni di casa nella prima parte dell’incontro, che rischiano ancora per la percussione di Dzeko al 32’ e vanno sotto al 34’ per la rete siglata da Calhanoglu, che sulla palla involontariamente fatta arrivare da Busio nel tentativo di anticipare Correa, fa partire un tiro potente imparabile. 37’: corner di Di Marco per il colpo di testa di Peresic, 2-0 sfumato. Per poco la squadra veneta non pareggia. Al 39’ Handanovic, con un super intervento, nega la gioia a Aramu autore di una splendida conclusione a giro, mandando il pallone in angolo. Prima dell’intervallo (43’) mancino di Di Marco, Romero blocca sul primo palo.

In campo tornano gli stessi undici per parte già visti nella prima frazione. Aramu vicino al pareggio anche al 3’ della ripresa, risponde al 9’ Dzeko. Martinez rileva Correa al 12’. Quattro minuti dopo l’ex Feyenoord Haps evita il raddoppio sul colpo di testa di Srkiniar, mentre al 27’ ci prova senza fortuna anche Johnsen. Il Venezia, ora più offensivo, offre spazi all’Inter, che al 38’ si presenta in area con Di Marco, opposizione di Romero e si resta sempre 0-1 fino al 51′, quando Martinez su rigore (concesso per fallo di mano di Haps 8ammonito da Marinelli) sigla il definitivo 2-0.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Lapadula e Pavoletti, staffetta o devono giocare insieme?

Ultimo commento: "Ne uno ne l' altro. Secondo me non deve giocare dall' inizio ne uno ne l' altro. farei giocare Pereiro come falso nove, Desogus e Luvumbo larghi. Poi..."

Poca affidabilità dietro, per i lettori di CalcioCasteddu servono rinforzi

Ultimo commento: "Se Briatore prendesse il Cagliari non sarebbe male… ci pensasse seriamente."

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Allenatore non all'altezza ... come capita sempre del resto nelle scelte di Giulini"

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "Giulini drogato, Capozucca il suo pusher"

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "Tu ti sei già abituato al mestolo di Giulio, continua a lucidarglielo per bene, mi raccomando."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News