Resta in contatto

News

Anticipo Serie A: Torino-Sampdoria 3-0. L’ex Praet, Pobega e Belotti condannano D’Aversa?

Netta oltre il punteggio la superiorità dei granata rispetto ai blucerchiati. Nonostante la difesa di Ferrero il tecnico sembra fortemente a rischio esonero

Il 3-0 ai danni della Sampdoria rilancia ulteriormente il Torino, mentre in casa blucerchiata la posizione di D’Aversa è seriamente attenzionata. Resta da capire se l’esonero sarà immediato, oppure Ferrero darà al suo mister l’ultima chance nella gara caslinga del 7 novembre, contro il Bologna.

VIETATO SBAGLIARE. Sia Juric (che ha perso Brekalo nel riscaldamento pre gara) che D’Aversa sanno quanto sia importante la gara per le loro squadre. Infatti l’eventuale ko stasera, potrebbe vorrebbe dire essere risucchiati verso il basso. A sbloccare la contesa sono i granata con l’ex Praet, che al 17’ supera Audero con tocco decisivo (praticamente un rigore in movimento) sul passaggio di un altro ex: Linetty. Un gol accusato dai blucerchiati, anche se alla mezz’ora Thorsby  quasi beffa Milinkovic-Savic in uscita dopo un’uscita a dir poco azzardata. 7’ minuti dopo il norvegese è ancora pericoloso di testa, poi chiede scusa per non aver servito Quagliarella che poteva fare molto male ai granata.

Nella seconda parte della sfida ci si aspetta una Sampdoria votata ancora più all’attacco, alla ricerca del pareggio. Ma a segnare, con una ripartenza micidiale è Singo al 7’, sul passaggio di Pobega, che mette il pallone calciato con destro potente. Al 15’ Vojvoda taglia il campo e imbecca Linetty , il quale non riesce a superare Audero in uscita. Conclusione di Vojvoda non sfruttata al 19’ e gli ospiti evitando la terza realizzazione di serata. In casa ligure la partita si mette ulteriormente in serata, visto che (22′) Adrien Silva rimedia dall’arbitro Forneau il rosso diretto. Palo di Belotti (26′) entrato in campo poco prima per Sanabria.

28′: Aina verticalizza per Praet, che però non riesce a scartare Audero e si resta 2-0. Altro salvataggio del portiere su Belotti al 38′. Non c’è proprio in campo la squadra ospite, comunque anche sfortunata quando attacca, visto che Gabbiadini tira (44′) ma è in fuoriogo al 44′. Un minuto dopo annullato per fuorigioco il terzo gol a Verdi.  Non così Belotti al 47′, quando mette in rete il pallone offerto da Bremer, con un destro sul secondo palo. Finale 3-0.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News