Resta in contatto

Approfondimenti

Forza Cagliari, non tutto è da buttare

Tante le criticità, ma ci sono anche diversi punti fermi dai quali Mazzarri può ripartire per modellare la sua squadra

Toccato il fondo. Il brutto pari interno con il Venezia e il contemporaneo successo della Salernitana contro il Genoa, certificano il Cagliari come ultima squadra della classifica. Meritatamente, sia chiaro. Ma nonostante le criticità evidenti, ci sono anche delle note positive su cui basare la risalita.

Anzitutto la buona prova offerta venerdì dal reparto arretrato. Godin e Caceres si sono finalmente espressi su buoni livelli, così anche Carboni, almeno fino al suo infortunio. L’ottima prova dell’ormai certezza Marin, punto fermo di questa squadra. E poi il ritorno al gol di Keita, e l’inarrestabile Nandez. Ecco, Mazzarri sa da dove può ripartire dopo la sosta: (ri)costruire una squadra intorno ad alcuni elementi positivi si può. Le difficoltà arriveranno dalle squadre che il Cagliari dovrà ora affrontare, tutt’altro che agevoli. Servirà una grande forza per rialzare la testa e per ricaricare le gambe. Il tempo c’è tutto, ma non si può più perdere nemmeno un minuto.

250 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
250 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Altro da Approfondimenti