Resta in contatto

Le pagelle di Calcio Casteddu

Cagliari-Venezia: Marin e Nandez trascinano, da rivedere Joao Pedro

La gara dell’Unipol Domus tra Cagliari e Venezia è appena terminata: queste le pagelle rossoblù di calciocasteddu.it

CRAGNO 6

Poco prima della mezzora salva il risultato rispondendo prontamente a una conclusione ravvicinata di Johnsen. Per tutta la partita è poco impegnato, ma quello che fa è sempre impeccabile. Non può nulla sul gol del pari ingannato da una deviazione.

CACERES 6,5

Schierato terzino destro serve l’assist per il gol del vantaggio. Muro per tutta la partita e Johnsen non è certo un cliente facile. Capitola anche lui nel finale per stanchezza, ma resta un’ottima prova che consegna a Mazzarri un giocatore importante.

GODIN 6

Comanda bene la difesa e fa quasi dimenticare l’opaca prestazione contro il Napoli. Torna ad essere il padrone dell’area rossoblù.

CARBONI 6

Torna titolare e lo fa con personalità. Esce a cinque minuti dal novantesimo per infortunio, ma finché resta in campo costituisce una diga insieme a Godin.

LYKOGIANNIS 5

Impreciso in diverse occasioni, sicuramente il peggiore dei rossoblù quest’oggi. Sbaglia passaggi semplici ed è sicuramente un giocatore da ritrovare.

NÁNDEZ 7

L’azione del gol passa anche dai suoi piedi. Al 53′ serve un cross a Keita che per un soffio non trova la zampata vincente per il raddoppio. Altra grande prova del Leone uruguaiano e, per quanto il suo agente continui a paventarne l’addio, almeno fino a gennaio ce lo godiamo. Poi si vedrà…

DEIOLA 6

Al quarto d’ora di gioco ci prova con due conclusioni brutte, prima di sinistro poi di destro. Partita generosa comunque, compiti semplici e senza fronzoli. Mazzarri continua a dargli fiducia e lui fa la sua parte.

MARIN 7

Ruba il pallone che propizia il vantaggio di Keita e al 38′ colpisce un palo dopo un’iniziativa personale. Cala leggermente nel secondo tempo, ma il rumeno resta l’uomo in più.

STROOTMAN 5,5

Finché resta in campo la cabina di regia è al sicuro. Distribuisce passaggi e fa da filtro per gli attacchi dei lagunari. Continua a fare tanto lavoro sporco, ma deve uscire dal guscio.

KEITA BALDÉ 6,5

Sempre più prima punta, porta in vantaggio i rossoblù con un colpo di testa da vero rapinatore d’area. Sta crescendo in questa posizione che gli ha ritagliato Mazzarri e sembra poter diventare un giocatore determinante. Con Joao Pedro l’intesa si conferma buona, anche se il brasiliano non brilla per concretezza al suo fianco. C’è da lavorare sull’accoppiata.

JOÃO PEDRO 5,5

Manca il suo spunto e si limita a fare da spalla a Keita. Forse Mazzarri gli chiede più lavoro di raccordo e gli lascia meno l’iniziativa, ma anche fisicamente il brasiliano non sembra brillare.

PAVOLETTI (dal 65°, per Keita) 6

Fa sponda e aiuta la squadra a rimanere alta dopo una fase della ripresa in cui il baricentro si era abbassato troppo. Il suo compito lo fa bene pur non trovando il gol: sufficienza di incoraggiamento.

ZAPPA (dal 71°, per Deiola) 5,5

Si fa notare al 79′ per una brutta conclusione col destro, mentre quando si tratta di far sentire il fisico è ancora troppo timido. Mazzarri ha mostrato di crederci, ma sta a lui ricambiare la fiducia sfruttando tutte le occasioni. Con Caceres in crescita e Nandez sempre al top sarà difficile.

ALTARE (dal 86°, per Carboni) s.v.

Sul gol del Venezia difficile addossargli colpe. La palla calciata da Busio rimbalza tra lui e Caceres. Esordio sfortunato.

GRASSI (dal 86°, per Strootman) s.v.

Nulla da segnalare nei minuti giocati. Ma i cambi non hanno aiutato la squadra e questo deve far riflettere.

MAZZARRI 5,5

Alla fine arriva la beffa, ma il mister ha diverse attenuanti. La difesa a quattro oggi ha funzionato per gran parte della partita, ma resta un attacco poco concreto che deve ritrovare il miglior Joao Pedro. Piano piano sta trovando la quadra, ma serve accelerare perché due punti persi in casa col Venezia possono pesare come un macigno tra qualche mese.

149 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
149 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Joao Pedro deve restare

Ultimo commento: "IN TURCHIA RESTERÀ FERMO UN MESE PER STIRAMENTO, GRANDE FORTUNA DEL CAGLIARI PER LA SUA FUORIUSCITA."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Le pagelle di Calcio Casteddu