Resta in contatto

Approfondimenti

Il punto sulla Serie A, Cagliari: un pareggio con lo Spezia che ci può stare. Big tutte ok tranne la Juventus

Squadre ancora incomplete e qualche problema di lucidità sotto porta, figlio della fase iniziale della stagione

Prime dieci partite della Serie A in archivio. Al netto di qualche disservizio (Dazn) le gare hanno offerto vari spunti. Ci sono stati incontri piacevoli, altri meno, altri ancora dove la superiorità è stata schiacciante,

CAGLIARI-SPEZIA. Alla Unipol Domus il 2-2 è risultato finale sostanzialmente giusto. Primo tempo con gli ospiti che (seppur largamente rimaneggiati) hanno giocato aggressivi e andati in vantaggio, ripresa con i rossoblù che hanno risistemato le cose e andati più volte vicini al 3-2. Di cose da migliorare ve ne sono e non poche. L’ultima settimana di mercato potrebbe aiutare. Il problema non è tanto negli undici titolari, ma negli eventuali subentranti.

Chi prenderà il posto, di uno o dell’altro in campo, dovrà garantire lo stesso apporto e, se è possibile, la stessa qualità. Intanto va fatta chiarezza, una volta su tutte, sul discorso uscite. Prima del 31 agosto bisogna capire se Godin, Nandez, Simeone e qualche altro interprete, saranno o no con una maglia del Cagliari addosso. A questo quesito deve rispondere la società: ovvero presidente e ds.

LA PRIMA GIORNATA. Ad eccezione della Juventus, del rientrante Allegri in panchina (2-2 in casa dell’Udinese) le altre attese big sono partite con una vittoria. Chi, l’Inter sul Genoa, lo ha fatto in modo squillante, chi facendo il suo, come Lazio, Napoli, Roma, Milan e Atalanta, contro avversarie che se la sono giocata fino alla fine. Anche qui il discorso vale quello su Cagliari-Spezia. La prima giornata può dire poco. L’unica più rodata è la squadra di Mourinho, che oltre al campionato, è impegnata in Conference League.

Per quanto riguarda le altre contese, è piaciuta la reazione del Bologna. La compagine di Mihajlovic, uscita una settimana fa in Coppa Italia per mano della Ternana, ha saputo reagire e venire a capo di una Salernitana ottimamente organizzata da Castori. Il Sassuolo è partito forte, vincendo in casa dell’Hellas, in un confronto che poteva finire con un pareggio che i veneti avrebbero senza dubbio meritato.

IL PROSSIMO TURNO. Da venerdì a domenica sera, prima della prima sosta della stagione per le nazionali, si giocherà la seconda giornata. Tutte le gare su Dazn, con tre in co-esclusiva su Sky. Si parte con l’anticipo di venerdì alle 18,30 alla Dacia Arena, con l’Udinese che attende la visita del Venezia (veneti in attesa poi di esordire in casa al Penzo) mentre alle 20.45 l’Hellas Verona riceve l’Inter campione d’Italia.

Sabato quattro confronti: due alle 18,30, Lazio-Spezia e Atalanta-Bologna e altri due alle 20.45: Fiorentina-Torino e Juventus-Empoli. Domenica alle 18,30 Genoa-Napoli e Sassuolo-Sampdoria, mentre alle 20.45 il programma si chiuderà con Salernitana-Roma e Milan-Cagliari.

29 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
29 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti