Resta in contatto

Approfondimenti

Luvumbo, l’angolano a un passo dal Como. Flop o promessa, dipende solo da lui

Il giovane fantasista era arrivato con grandi aspettative nella batteria di esterni offensivi voluti da Di Francesco ma è sparito dai radar della prima squadra

VIA. Non convocato per il ritiro di Peio e non convocato per il raduno della Primavera. Zito Luvumbo è fuori dal progetto del Cagliari per la prossima stagione, ma non certo per il futuro. L’angolano è infatti diretto al Como, squadra neo promossa in Serie B, dove resterà in prestito per un anno. Una stagione in cadetteria che gli servirà per dimostrare di essere una scommessa ancora da vincere e non una meteora.

LA STAGIONE. Luvumbo ha da subito catalizzato l’attenzione dei tifosi, sia per il gran numero di sostenitori angolani che si sono riversati sui social rossoblù, sia per le potenzialità tecniche espresse con le nazionali giovanili. Un’aspettativa forse troppo alta per un 18enne al salto nel calcio europeo, anche se infortuni e crisi Di Francesco non gli hanno certo facilitato l’inserimento. In Primavera con Agostini ha poi ritrovato il campo e anche qualche buona prestazione a certificarne le qualità, certo presenti, ma tutte da sviluppare.

CRESCERE. Il Como sarà un bel banco di prova. La Serie B è un campionato molto complicato, ma una grande scuola per i giovani, come dimostra un certo Nicolò Barella che proprio con i lariani ha vissuto un momento di crescita fondamentale nel suo percorso professionale. Per Luvumbo è arrivato il momento di mettere da parte le partite a PlayStation e i balletti in ciabattine nelle stories di Instagram. Bisogna fare sul serio: essere ricordato come un flop o affermarsi tra i professionisti dipende solo da lui.

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Joao Pedro deve restare

Ultimo commento: "IN TURCHIA RESTERÀ FERMO UN MESE PER STIRAMENTO, GRANDE FORTUNA DEL CAGLIARI PER LA SUA FUORIUSCITA."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti