Resta in contatto

News

IL DRIBBLING DI… Mario Frongia. Cagliari, diciannovesimo ko e chiusura con 37 punti

Il Genoa degli ex Ballardini, Marroccu e Marchetti, passa alla Sardegna Arena. Pur con il miracolo salvezza per Semplici riconferma non scontata

La serie di sette risultati positivi si infrange su un Genoa normale. Il Cagliari toppa l’ultima, si ferma a 37 punti, sedicesimo posto in classifica. Per ora. La tanta auspicata “parte sinistra della classifica” e “la rosa che vale i primi dieci posti della A” sbattono su una realtà solare:  se stasera alle 20.45 il Torino batte il Benevento, il progetto dell’Uomo solo al comando chiude al diciassettesimo posto. Chissà che rabbia per non aver fatto “almeno un punto in più dei 47 del 2016/17″. Quella squadra veniva dall’aver vinto la B con i record e l’allenava Massimo Rastelli. Cala il sipario con dieci sconfitte in casa, cinque vittorie e quattro pareggi. Ventidue i gol fatti, 32 quelli subiti. In totale, i rossoblù chiudono con un totale di 43 segnati e 59 incassati.

Sorprese e debuttanti. Klavan – che nei giorni scorsi ha confermato l’addio a Cagliari e al Cagliari con la festicciola d’addio alla scuola calcio del figlio – con Rugani dal via. Pavoletti e Simeone in panca a favore di Cerri. Cragno – da record con il 71 per cento di parate in stagione di un Cagliari che perde solo con il Crotone la sfida al maggior numero di tiri subiti – non cede la scena a Vicario, candidato alla maglia da titolare per la prossima stagione. Joao Pedro centra il palo di testa dopo 4’. Ma è un’illusione, sarà il Genoa a passare in vantaggio. Intanto, dopo 9’ Nainggolan si stira, entra Duncan. Nel Genoa Ballardini schiera i promettenti Rovella e Shomurodov: l’uzbeko sigla l’1-0, otto reti in stagione, con scavetto al 15’. L’assist? Di Rovella con la difesa rossoblù in vacanza. Sesto gol subito dai rossoblù in contropiede, i peggiori con Spezia e Crotone. La reazione arriva. Ma la musica non è indimenticabile. In campo anche Pjaca, sventolato con certezza dal Cagliari come rinforzo top per Maran lo scorso anno. Poi, è andato all’Anderlecht. Nel Genoa il gigante è Strootman. La arbitra Meraviglia, al debutto in A.

Simeone e Sottil, rieccoli. Si riparte, con almeno due occasioni non sfruttate da Cerri. Paleari non cede. Difficile dire se sia partita vera. Di certo, nessuno ci sta a perdere. Kallon per il Genoa e Zappa per il Cagliari hanno una grande occasione. Rovella (classe 2001) è un play molto interessante. Semplici richiama Cerri e Deiola, dentro Simeone e Pereiro. Intanto, si sveglia JP10. Ma è Kallon (2001) a segnare il 2-0: rete annullata per off side. Semplici, dopo quattro mesi out (dall’1-1 con il Sassuolo, il 31 gennaio), inserisce Sottil per Lykogiannis. Behrami proprio su Sottil rimedia il rosso: Genoa in dieci dall’83’. Entra Criscito: 200 gare in A con il club ligure. Joao Pedro sfiora il pari, che sarebbe stato meritato. Meraviglia fischia tre volte, ennesimo campionato amaro in archivio.

Notarelle

Tesoretto in palio. Il diciassettesimo posto vale due milioni e 800mila euro in diritti tv. Il sedicesimo ne garantisce tre milioni e 200mila. Il Genoa con i 3 punti vola a quota 42: la postazione vale 5,5 milioni di euro. Riflessione obbligata.

La Semplici-tà non basta. Il tecnico toscano meriterebbe un monumento per una salvezza conquistata a due turni dalla fine. Proprio per questo, tra indipendenza e autonomia di gestione di un gruppo che ha perso diciotto gare, va riconfermato. Ma pare gli sia costata cara proprio l’aver bloccato ingerenze e pressioni societarie. Si vedrà. Intanto, da Milano i boatos riguardano Juric – il contatto c’è stato – e D’Aversa. Soluzioni che potrebbero mettere a rischio anche la permanenza di Stefano Capozucca, coautore del miracolo. Nel caso, la giostra pallonara ipotizza diretto in città il diesse Daniele Faggiano. Insomma, dalla sede di via Mameli solito vorticoso turn over nei ruoli chiave con chissà quali strategie. Dopodomani a Milano Semplici dovrebbe incontrare il patron. Dita incrociate.

Ipotesi mercato. Ai saluti Nainggolan, tesserato per l’Inter fino al 2022. Il rinnovo? Chissà. Dic erto, le condizioni finanziarie dei campioni d’Italia non lasciano intuire sconti. Dovrebbero partire Cragno e Nandez, ma anche Pavoletti e Simeone potrebbero dire addio. Se trovassero acquirenti anche Ceppitelli e Joao Pedro sono sul mercato. Sui prestiti meglio aspettare. Di certo, Rugani (tre milioni di stipendio annuo), Duncan e Asamoah non saranno al ritiro di Aritzo.  Intanto, Despodov ha avuto ragione: avrà dal Cagliari circa 40mila euro, gli stipendi di luglio e agosto 2020.

Cari amici lettori. I pezzi vanno letti – se credete – con attenzione. Difficile se non impossibile imputarmi la difesa a oltranza di Eusebio Di Francesco. Ho sempre scritto, e lo penso tuttora, che avrebbe pagato, e così è stato, anche per colpe non sue. Ad esempio, è colpa grave non aver puntato i piedi sul mancato arrivo a settembre di Nainggolan. Anche perché sulla riconferma del Ninja scaricato dall’Inter, la società gli aveva dato certezze. Invece Radja è arrivato cinque mesi dopo e ha avuto bisogno di altri 45 giorni per tornare su suoi livelli. E parliamo di un calciatore che potrebbe giocare nelle prime dieci d’Europa. Altra responsabilità, anche per la compartecipazione con lo stesso procuratore, è stata l’aver accettato Marin come regista e avergli fatti giocare quindici gare da play basso. Con il club che – nonostante l’evidenza – si è liberato di Bradaric e Oliva, unici registi in organico. Inoltre, le indicazioni societarie su alcune pedine, da Pavoletti e Ceppitelli (da tagliare per l’ingaggio cospicuo) o Pisacane (prezioso mediatore dei vari clan, come ha detto Leonardo Semplici a salvezza acquista, nati nello spogliatoio) hanno prodotto incertezze deleterie.

Con Di Francesco in mezzo al guado. Incertezze difficilmente sanabili con un diesse che non ha nominato certo Angela Merkel, acerbo e inesperto, lasciato a bollire con nove esuberi da sistemare. Che poi DiFra avesse il 4-3-3 come assetto base e abbia perso tempo – e punti – nel cercare di trasformare Joao Pedro in esterno, lo si sapeva dal via. E bisogna ricordare, e non parliamo di un secolo fa, cosa hanno prodotto in avvio gli acquisti e la rosa messa a disposizione del tecnico: avete scordato, ma sul sito potete comodamente rileggervi, cosa avete scritto su Caligara, Zappa, Tripaldelli, Tramoni, Lykogiannis, Cerri, Deiola, lo stesso Marin, il primo Duncan per non parlare di Asamoah? Senza scordare cosa ha significato l’infortunio di Rog. Infine, credo che per Di Francesco – e l’ho scritto – sia stato un errore l’atteggiamento consenziente (per amor proprio ma anche per evitare un altro flop in A dopo la Samp) al prolungamento del contratto con annessa performance televisiva. Su questo, avete ragione: doveva chiamarsi fuori e salutare.

Critica e mestiere. A Torino il quotidiano Tuttosport supporta da anni la protesta dei tifosi granata. Parliamo del Toro, dagli scudetti di Mazzola e soci, il momento  tragico di Superga, al titolo con Pulici e Radice. Club, e supporter, abituato a soffrire, anche in B. Insomma, una società storica con un tifo passionale, operaio e corretto che merita rispetto comunque la si vede. Dunque, i sostenitori granata, noti per essere leali e obiettivi, contestano da anni duramente al proprietario del club, Urbano Cairo (padrone, tra l’altro, di La7, Corriere della sera e Gazzetta dello sport). Gli rimpreverano una gestione e un progetto scadente e deficitario, con campagna acquisti e profilo quanto meno aggrovigliato e al di sotto delle aspettative e delle promesse. Inclusa la realizzazione di un centro sportivo, Robaldo. Chissà se il tutto vi ricorda qualcosa? Tanto che per la salvezza giunta martedì dopo il pareggino con la Lazio, come il Cagliari a due turni dal termine, è andata in scena ancora più forte la contestazione. Da tempo sono attive manifestazioni, raccolte di firme, striscioni, cortei.

Cosa c’entra con il Cagliari? Il quadro rimarca che ovunque si stia in coda e si predano decine di partite, si deve poter contestare con civiltà e rispetto. Con un briciolo di memoria, senza scordare qual era lo scenario appena dieci gare fa. “Maratona (la curva degli ultrà, ndr): rivolta contro Cairo”, “Cairo è salito sul carro della salvezza, è assurdo sentirlo dire che si è trattato di un’impresa”, “Questa società ha mostrato palesi limiti inaccettabili” scrive Tuttosport. Mentre il “Gruppo resistenti granata 1906” compra una pagina dal titolo eloquente: “Vendi il Toro” e “Quindici anni di illusioni e amarezza”. Insomma, qualcuno non dimentica. E pazienza, o forse meglio, se si ha per avversario un potere forte che cercherà di zittire e intimidire.

Ps. Un lettore attento mi dice di aver scordato l’era Moi. Ero ragazzino ma ne ho qualche idea, altre me le hanno raccontate. La critica onesta e basata sui fatti, tiene tutti all’erta. Sempre, oggi e domani. E credo che prendere per riferimento il peggio non sia mai produttivo. Se devo ricordare qualcuno penso agli Orrù.

112 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
112 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
GP20
GP20
2 mesi fa

La cosa spaventosa non è il tuo singolo pensiero..anzi l’onestà è apprezzata.
Il Torino stava fallendo e adesso ha l’ottavo monte ingaggi della serie A.
Molti sono scontenti da due anni proprio perché si attendevano una cessione e gli si è promesso di lottare per qualcosa.. ma mancava di pedine fondamentali e Giampaolo non sa cucinare variando ricetta con quello che ha.. Come i nostri o i Viola non erano abituati a lottare per la salvezza e sono precipitati anche moralmente

GP20
GP20
2 mesi fa
Reply to  GP20

Belotti vuole andarsene e si da la colpa a Cairo.. Qui se Simeone dopo un solo anno di piena fiducia ripagata gioca col muso a terra di certo non si può dare la colpa a Giulini… forse lui e Sottil erano di quella fazione riconoscente a EDF per la fiducia.. Voglio dire che se il Torino fa una guerra politica a Cairo pltre i demeriti.. Non vedo perché fomentare una spaccatura tra i supporters del Cagliari… Dimenticavo. La cosa SPAVENTOSA è che questa è la linea editoriale di CalcioCasteddu. Una rubrica che NON PUO analizzare con lucidità ne i meriti… Leggi il resto »

GP20
GP20
2 mesi fa
Reply to  GP20

Che Giulini debba affidarsi a gente di calcio e lasciarla lavorare siamo d’accordo.
Sembra lo stia facendo.
È giusto vigilare stare sul pezzo.
Non sento mai critiche costruttive su chi serve e chi meno dei nomi che si fanno del calciomercato.
Che qui è PASSIVO DISTRUTTIVO e riporta tutte le scoregge in uscita.. poco in entrata..
delle caselle dove la rosa è carente per la A.
Un sito ha cui riconosco un merito:
Un forum… di povera gente che contribuisce a farvi mangiare. E su cui mangiate in testa.

GP20
GP20
2 mesi fa
Reply to  GP20

Mi spiego: Non sembrate minimamente vivere il momento e capire quando certi spifferi (veri o meno che poi risultino) possono solo destabilizzare squadra e ambiente.
Vi invito a osservare con quale supponenza trattano i media sportivi locali i vari magnati coi dollari tanto desiderati a Firenze o a Parma.
Chi lascia la nuova via per il burrone..
sa quel che trova… sprantumadorgiu!
Saludos.

Enzofrancescoli
Enzofrancescoli
2 mesi fa

Articolo ridicolo! Assurdo non riconoscere i meriti di Giulini, colpevole di essere milanese?

GP20
GP20
2 mesi fa

È fuori controllo per le lobby di Chiagliari.

Arturo
Arturo
2 mesi fa

Gentilissimo Frongia, per chi come Lei piace ricordare, e come le piace ricordare gli oramai stracitati 47 punti di Rastelli.. dovrebbe per coerenza altrettanto ammettere che il suo appiglio a questo cosidetto record per attaccare l uomo solo al comando, in verità è frutto proprio del suo arcinemico “uomo solo al comando”. Eh sì, perché fu Giulini a confermare Rastelli, quando chi di competenza, ovvero il Ds Capozucca, voleva portare Gasperini.. Ma, fece di testa sua, così da regalarle questi 47

Arturo
Arturo
2 mesi fa
Reply to  Arturo

47 punti tanto osannati come se fossero alieni alle scelte del presidente. Quindo quando cota il “record” del sig Rastelli, come se fosse una colpa di Giulini, dovrebbe ricordare che quel record arriva dalle decisioni scellerate dell uomo solo al comando che tanto detesta..
Buon fine campionato e impresa salvezza anceh a Lei

Aenigma
Aenigma
2 mesi fa

Vergognoso e rancoroso come sempre !
Cambia gli informatori perchè dici cose artefatte e poco condivisibili (ma secondo me non ne hai….ti inventi tutto). Tra noi ed il Toro una sola differenza : i tifosi non contestano Giulini !
Nonostante tu faccia di tutto perchè lo facciano….

lukajevo
lukajevo
2 mesi fa

Dopo una salvezza del genere, che fa il paio con quella altrettanto miracolosa di Ballardini, dovremmo gioire. La sconfitta col Genoa dispiace, ma l’impresa di mister e giocatori rimane. Di più, resterà nella memoria. Un piccolo scudetto!!!

Luigi Mura
Luigi Mura
2 mesi fa
Reply to  lukajevo

Concordo con te, ieri secondo me con la salvezza in tasca ha voluto tastare i giocatori sicuramente da tenere o mandar via………..infatti abbiamo capito tutti che il reparto difensivo è da puntellare con nuovi innesti, idem centrocampo e attacco.

Alberto Antonini
Alberto Antonini
2 mesi fa

È tutta colpa dell’Atalanta, che a molta gente ha fatto credere che il fenomeno potesse ripetersi dappertutto. A mia memoria dopo il Cagliari campione solo il Verona dell’85 e il Parma erano riuscite, da provinciali, a salire ai vertici del calcio italiano. Quindi tanto facile non è. Giulini ha avuto la “colpa” di provarci e di non esserci riuscito. Ma non mi sembra motivo sufficiente per massacrarlo. Tenere i piedi per terra aiuta ad essere equilibrati nei giudizi.

GP20
GP20
2 mesi fa

Concordo sul tuo ragionamento..ma ti ricordo che dopo di noi .. hanno festeggiato lo scudetto,Fiorentina, Toro,Hellas,Napoli,Samp,Lazio..e per le coppe mettiamoci anche il Parma.
Sono andati in EL in tanti..dall’Udinese e Chievo (anche 1 qualif in champions)all Empoli ..pensa all attuale Sassuolo..insegna che non è possibile sono a Bergamo…

Dario Sconcerti
Dario Sconcerti
2 mesi fa

Il modello di business del calcio inglese era diventato lo standard. Come tipo di spettacolo e strutture, gestione di pubblico e marketing, approccio manageriale anche nello spogliatoio e sul mercato. L’Italia restava molto indietro (così come altre) anche da questo punto di vista, e ciò faceva sì che le opportunità permanessero. Il filotto di Maran ci ha dato un assaggio di quanto la strada avesse un senso, finché è arrivato (anche) il covid. Che sarà da ora in avanti? Vedremo.

Claud
Claud
2 mesi fa

Dimentichi la Sampdoria di Mancini e Vialli.

Alberto Antonini
Alberto Antonini
2 mesi fa
Reply to  Claud

Non l’ho dimenticata, perché Genova non è proprio provincia, ha due squadre in A, e Mantovani aveva disponibilità davvero notevoli.

Sandro V•
Sandro V•
2 mesi fa

Sig.Frongia, lei è come la Meloni per il governo Draghi , qualcuno all’opposizione ci deve pur essere . Paragonare un presidente come Cairo con Giulini mi sembra alquanto errato , visto che il primo si è solo arricchito con ilTorino e i tifosi lo sanno bene . Poi ricordare Rastelli come allenatore dei record ma non delle imbarcate di gol….come si dice in Sardegna poniriddu a conch’e lettu

Claud
Claud
2 mesi fa

In queste ultime stagioni stiamo assistendo ad una velocità impressionante di gestioni usa e getta non solo da parte del Cagliari ma di una cosa ormai generalizzata che coinvolge tutte le società di serie A e non solo. Premesso questo per capire di che cosa dovremo parlare in futuro teniamo presente questo fattore. Non c’è posto per i nostalgici (nel senso sportivo).

Giacomo
Giacomo
2 mesi fa

Se giulini non impara stavolta……..deve fare il presidente e basta…

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
2 mesi fa

L’entrata a martello di Bruno Dessì:

Dott. Frongia se lei fa il dribbling, io entro in scivolata con piede a martello, poi verrò espulso, ma vuoi mettere la soddisfazione di fermare i guerrieri da tastiera sempre con il veleno in bocca come i serpenti. Sarò Gentile del 1982, tirerò la maglia, colpirò agli stinchi, terrò la gamba tesa e alta. Non condivido nulla di quello che ha scritto, apprezzo comunque la sua coerenza, cosa rara in questo sito, infestato di voltagabbana accoltellatori del Mr.

GP20
GP20
2 mesi fa

Epico come sempre Sodale

Last edited 2 mesi fa by GP20
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
2 mesi fa
Reply to  GP20

?❤? adesso vado su wikipedia, non so cosa significhi sodale??

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
2 mesi fa

Trovato, sostantivo maschile e femminile

Compagno.

Nell’antica Roma, membro di un sodalizio.

Grazie GP20, mi piace molto, soprattutto il Compagno.??

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
2 mesi fa

#IO STO CON SEMPLICI

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
2 mesi fa

Un abbraccio Dott.Frongja, si fidi, non stringerò troppo.

Sirboi
Sirboi
2 mesi fa

?….. truncaddu

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
2 mesi fa
Reply to  Sirboi

??

alexandercook
alexandercook
2 mesi fa

scusate ma gli articoli di frongia sono (volutamente? dubbia strategia editoriale ? mah..) talmente divisivi palesemente sopra le righe che ti ci tirano per i capelli. Dopo sette anni il mio parere per quel che vale è che Giulini sia un imprenditore capace che ha commesso degli errori ed ottenuto sinora risultati contrastanti. Mi spiego: un imprenditore moderno deve conciliare non solo il profitto ma anche la soddisfazione delle parti in causa (tifosi, sponsor, dipendenti, ecc=

Enzofrancescoli
Enzofrancescoli
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

Solo Frongia non lo ha capito

alexandercook
alexandercook
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

Giulini da buon imprenditore ha visione di prospettiva lo dimostra la testardaggine con cui porta avanti il progetto stadio, lo sviluppo del settore giovanile, la crescita nel marketing. In una società di calcio la storia e la tradizione ha un valore e lui da sempre è stato attento al rapporto anche con i grandi del passato, la creazione del museo (in passato ricordiamo come erano trattati i campioni dello scudetto a cominciare da riva). E’ attento al valore del marchio ed alla sua crescita. Punta ad uno sviluppo strutturale lento ma costante ancorchè sostenibile economicamente come dimostrano i bilancio positivi.

alexandercook
alexandercook
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

Purtroppo nonostante gli investimenti anche nei giocatori uno degli obiettivi primari di un clun calcistico sono i risultati sportivi e questi sono stati deludenti. Frutto di errori certamente e situazioni gestite male. E’ così. Inutile negarlo. Bisogna migliorare e credo che lui lo sappia benissimo. E’ nel suo interesse di imprenditore. Questi sono i fatti. Il resto, il fatto che sia poco empatico o accondiscente o persino trasparente con la stampa (o solo con Frongia ? non ho capito) oppure che si sia lasciato andare a dichiarazioni troppo ottimistica interessa e conta poi poco.

Aenigma
Aenigma
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

Ohhhh bravo !!! Facciamo sentire a Frongia chi è l’unico che “contesta Giulini”…. altro che “i tifosi”….

Mario
Mario
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

Io non credo che mandare via Giulini sarebbe la soluzione. Lui dovrebbe occuparsi di questioni finanziarie e affidare alla parte tecnica a chi è palesemente più bravo di lui. Inoltre alcune dichiarazioni come quella su Walukiewicz se le poteva risparmiare.

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

Grazie, mi hai risparmiato tanto tempo, hai detto tutto tu, grazie di cuore ❤ alexandercook.
Per quello che conta e che potrà interessarti, nutro una profonda stima e rispetto per te.

SCETTI CASTEDDU IN CORU, IL RESTO È SOLO NOIA.

alexandercook
alexandercook
2 mesi fa

contraccambio Bruno forza Casteddu!

alexandercook
alexandercook
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

Ricordiamoci comunque che tolte le prime sette ed un gruppetto in fondo (dicia mo le tre neopromosse, lo spezia e credo il verona senza juric) il resto è un mare magno di speranze di crescita che vanno dalla Fiore al Bologna dal Toro alle genovesi al sassuolo sino ad udine. Tutto che vorrebbero arrivare tra le prime dieci e magari in europa. Alcune vedi la Viola o il Bologna con fior di proprietà. Non è facile! anche se crei una rosa importante (e il Cagliari quest’anno checchè ne dica Frongia era da prima dieci posti) non è detto che tu… Leggi il resto »

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

?❤?

Adriano
Adriano
2 mesi fa

Questi dribbling di Frongia non l’ho ancora capita, con chi c’è l’ha? non aspetta altro di vedere una sconfitta del Cagliari per sputtare sentenze contro tutti e specialmente contro Giulini e la società. Giulini ha fatto degli errori, ma vi posso assicurare che se abbandona la società il Cagliari può diventare solo cinese o in mano a finanziare Americane, vedi Milan, Inter, Roma,,Parma,Fiorentina. Meglio L’italiano Giulini sempre.

GP20
GP20
2 mesi fa
Reply to  Adriano

Ti avevo giudicato con troppa fretta…. ottima disamina.

Mario
Mario
2 mesi fa

Caro Mario Frongia, arrivati a fine campionato è momento di consuntivi. Sono d’ accordo su tutti gli errori elencati e spero possano servire per evitarne altri in futuro. Speriamo.Il discorso su Cairo non lo prendo come incitamento alla protesta ma come evidenza che da altre parti la fronda è più diffusa. Io spero che il duo Capozucca-Semplici rimanga per dare continuità,sperando che Giulini non metta naso sulle cose tecniche.bLa campagna acquisti verrà di conseguenza.

Mario
Mario
2 mesi fa
Reply to  Mario

Un altro motivo perché debbano rimanere è perché sono riusciti a disinnescare quella bomba che era lo spogliatoio del Cagliari. Mi sembra del tutto evidente che certi problemi li portiamo dietro dal precedente campionato.
Notarella: negli articoli sono stati sviscerati tanti argomenti anche spinosi. Dovere di cronaca si è detto, e posso essere d’ accordo L’ unico argomento evitato accuratamente è quello delle diatribe nello spogliatoio. Non è che così facendo si evita di diventare antipatici all’interno dello stesso spogliatoio? E il dovere di cronaca?

Robbysan
Robbysan
2 mesi fa

Lei non é un tifoso del Cagliari, ma solo un giornalista ” anti Giulini’ . La sua analisi é completamente ” fuori luogo” e senza senso. Mi dispiace ma credo che lei stia cercando di mettere ” zizzanie” tra tifosi e società.
Forza Casteddu

Aenigma
Aenigma
2 mesi fa
Reply to  Robbysan

E sopratutto guadagnare “click”, ma qui sbaglio anche io….

giorgio
giorgio
2 mesi fa

naingollan e godin via subito non meritano l’ingaggio che prendono, x il rendimento che hanno dato meglio dare 3 milioni a nandez che e un fenomeno, e prendere ragazzi che hanno corsa e gamba x fare un gioco veloce, non posso vedere una partita di calcio come ha fatto il cagliari in questi anni camminando in campo palla orizzontale o indietro e lanci lunghi x cerri se è solo gli altri tutti a difendere compreso joao

GP20
GP20
2 mesi fa
Reply to  giorgio

E chi poteva essere?Se non tu?
Su Nainggolan vedremo che termini accetta… lo reputo importante e su è visto quando manca lui o Pavo come ritornano pavidi..
Su Godin teniamocelo stretto…
Sono altri in uscita…

Oettam
Oettam
2 mesi fa

Despodov ha avuto ragione a metà, visto che rimane sotto contratto con noi, senza rescissione. E poi tutti in vendita, olè, siamo un supermercato.

alexandercook
alexandercook
2 mesi fa
Reply to  Oettam

questo particolare ti conferma la faziosità del giornalista. Cita la parte della sentenza sfavorevole al Cagliari per una cifra peraltro risibile ma non la parte fondamentale che vale milioni ovvero il rigetto della richiesta di rescissione del contratto.

Oettam
Oettam
2 mesi fa

Do oliva ci siamo liberati a gennaio, dopo che per 6 mesi, di Francesco non l’aveva ormai fatto giocare, quindi non vedo colpa della società in questo caso.

Cecaumeno
Cecaumeno
2 mesi fa

Articolo polemico e velenoso, Giulini ha fatto tanti errori ma criticarlo a prescindere ed addirittura auspicare una contestazione organizzata dei tifosi contro di lui mi pare davvero fuori luogo

robottino
robottino
2 mesi fa

perchè non hai scritto che vendiamo anche i magazzinieri Asseminello via Mameli ecc…. certo Di Fra un grande allenatore … sopravalutato assolutamente …comunque spesso e volentieri le fesserie abbondano nei vostri articoli ….

Dario Sconcerti
Dario Sconcerti
2 mesi fa

Nella visione di Giulini (e non solo) la Squadra esiste per creare valore. Lo stadio, il lancio di giovani di belle speranze e la loro monetizzazione, la comunicazione ben curata (che ampli e consolidi la base di utenza e dia la miglior visibilità all’insieme) sono le aree in cui c’è lo spazio perché ciò avvenga. Essendo però la vera vetrina L’Europa, l’intensità e il gioco propositivo non possono essere un opzional. Abbiamo perciò avuto gli Zeman, i Maran (sfumato De Zerbi), e i DiFra.

Dario Sconcerti
Dario Sconcerti
2 mesi fa

I Rastelli, i Lopez, I Semplici in questo tipo di visione sono artigiani, specialisti del momento chiamati a salvare (riportando l’equilibrio) un Progetto che per definizione nasce squilibrato. O forse, meglio, squilibrato in Italia: dove gli unici capaci di far giocare la squadra all’europea sembrano essere Gasperini – che tra l’altro è stato alla portata in tandem con Capozucca dopo il primo Rastelli – e appunto De Zerbi.

GP20
GP20
2 mesi fa

Invece a Genova Gasp imbarcava perché era scarso? La realtà è che le società che fondano un progetto..non a parole e poi lo vanno a centellinare …che tengono un mister anni ed esso parte solo per proprie ambizioni o ambito.. come Atalanta e Sassuolo.. adesso raccolgono e seminano… Noi facciamo e disfiamo… continuamente come nelle piccole senza ambizioni… ma è solo inesperienza societaria.. Cairo ha speso fino a 3 anni fa… ma soprattutto incassato(Immobile) ora dal Toro guadagna solo..e i tifosi si lamentano. Giulini non sta guadagnando..sta spendendo spesso male in quelle seconde linee che in una realtà media devono… Leggi il resto »

Dario Sconcerti
Dario Sconcerti
2 mesi fa
Reply to  GP20

Lo dico come battuta: “non mi stupirei se Giulini riaffidasse il Cagliari a Di Francesco”.
Non bisogna sbagliare gli acquisti, è chiaro. Ma è anche vero che la squadra deve essere affidata (e concordata assieme) ad un tecnico che pratichi un gioco che consenta intensità e coralità “europee”.
Avrà letto l’articolo di Pilia sui segreti tattici di Semplici, oggi sull’Unione. Per vari aspetti è la lista dettagliata di tutte le ragioni per cui Giulini difficilmente potrà proseguire nel 2022 con colui che di fatto gli ha appena evitato la serie B.

Alberto Antonini
Alberto Antonini
2 mesi fa

Ma tutti questi che non sopportano ” l’uomo solo al comando” dov’erano quando comandava Cellino? I social per esprimersi c’erano eccome. Quando abbiamo galleggiato in serie A ne più ne meno come oggi. Quando gli allenatori saltavano un mese si e un mese no. Quando gli introiti dalle cessioni non si sa che fine facessero. Quando il S.Elia si disfaceva per l’incuria. Ah , eravate amighisceddu e non vedevate. Oggi volete vedere tutto, invece.

Anto 67
Anto 67
2 mesi fa

Io c’ero e mi ricordo perché gli Orrù cedettero la società a Ferlain……..pardon a Cellino…….

Nenno
Nenno
2 mesi fa

Sembra che tu sia in confusione, nell’era Giulini quanti allenatori sono saltati?

Robbysan
Robbysan
2 mesi fa

Continua la sua campagna contro Giulini (il presidente che ha investito più soldi nel Cagliari calcio), che io non condivido minimamente. Sono d’accordo che abbia commesso tanti errori, ma credo sempre in buonafede. Osannare ancora DiFra dopo quello che ha combinato negli ultimi anni dimostra un suo giudizio non obbiettivo. Saluti e Forza Casteddu

alexandercook
alexandercook
2 mesi fa

parafrasando Kundera… insostenibile pesantezza di Frongia. Ora l’idea è creare un movimento di popolo anti Giulini. Citare come esempio giornalistico TuttoJuve fa rabbrividire (peraltro una testata concorrente che critica il proprietario della Gazzetta, ragionando alla Frongia sai i sospetti…) . Del Toro mi interessa poco o niente e non vedo il raffronto col Cagliari cosa c’entri.

alexandercook
alexandercook
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

Comunque vivo a Torino e conosco tanti tifosi del Toro. Avrebbero firmato per avere i nostri acquisti negli ultimi due anni… Si lamentano di Cairo fatti loro (prima di Cairo stavano fallendo e stavano più in B che in A..). Pensiamo a noi. Il quadro di Frongia è apocalittico. Il cielo si oscurera uuuhhh venderemo tutti i migliori uuuuuhhhh semplici sarà cacciato e prenderemo un cugino di Giulini uuuuhhhh capozucca fuggira’ nottetempo uuuuhhhh l’inter non farà sconti x Nainggolan piuttosto avendo bilanci floridi gli dara’ 4,5 milioni per andare a pescare uuuhhhh

alexandercook
alexandercook
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

dimentico qualcosa? ah giusto… gli dei dell’olimpo puniranno Giulini… Assemini sarà invasa dalle cavallette la Sardegna Arena sarà spazzata via da un uragano e il Cagliari dovrà giocare a 1000 km di distanza uuuuhhhh (ah no… questo è successo davvero e nn c’era Giulini…). Uff… brutta cosa l’incapacità di valutare obiettivamente. La strategia del tanto peggio tanto meglio pur di poter dire: io l’avevo detto

alexandercook
alexandercook
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

siamo in A e Giulini è il presidente. Lui ha sbagliato lui ha posto rimedio. Punto. Si riparte. Con semplici o senza. Vedremo. Invece di lanciare crociate Frongia ci dica quali sono le alternative concrete. E non citi improbabili fondi o presidenti americani tipo Parma. L’alternativa deve essere competente facoltosa legata al territorio e desiderosa di investire più di giulini. Fuori i nomi. Questo si che sarebbe un bello spiffero.

Aenigma
Aenigma
2 mesi fa
Reply to  alexandercook

Ma non esiste nessun nome e sopratutto non sardo. I Sardi sanno bene che prendersi il Cagliari avendo in seno alla Sardegna od alla Città delle “inimicizie” non è consigliabile. E qui, i nostri ricchi sono tutti schierati in qualche Lobby le quali sono da sempre le une contro le altre (Politiche, Immobiliari, Universitarie/Magistratura, Mediatiche).?

GP20
GP20
2 mesi fa
Reply to  Aenigma

In guerra civile ti vorrei nel mio reparto d’assalto ?✊

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa

Da tifoso ho fatto alcune valutazioni sbagliate.
1 Ero contentissimo quando annunciarono l’arrivo dell’ex allenatore. HO CANNATO.
2 Ho sopravalutato Simeone, HO CANNATO !!!
3 criticato tante, troppe volte Marin, che rimesso nel suo ruolo naturale mi ha smentito,HO CANNATO.
4 arrivato Asamoah , non quello vero, ma un giocatore fuori condizione, arrivato inutilmente in vacanza. HO CANNATO.
FORZA CAGLIARI !!!!!!!

GP20
GP20
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

Non potevamo sospettare in estate ..che delle punte sterne che gli stavano dando ..
Solo Sottil e forse Ounas lo erano..
Matteo Tramoni è un buon 3/4 non dissimile da Barella per interpretazione del ruolo..
Luvumbo era un laterale destro di centrocampo ancora più acerbo.Con Oliva ha fatto schifo.. tutto x imporre Marin basso e ci siamo giocati Rog.

GP20
GP20
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

Ho cannato anche io con EDF…anche se ci ho messo presto a capire che Marin era fuori ruolo…anche se confesso l’avevo battezzato una sorta di trequartista ( alla Radja) per via della statura e il tiro più preciso che potente..
Invece da mezzala ha fatto assai bene..
Il problema è che in genere io non sbaglio..vedo prima.
Non mi stupirebbe col ritorno di Rog e se non dovesse restare Radja.. che finisca in 3/4..
Può succedere con Semplici ma anche con Juric. Non con Ranieri.

Luigi
Luigi
2 mesi fa

Semplici è riuscito nell’impresa da far fare bella figura persino a Deiola… Basterebbe questa “impresa” per rinnovargli la fiducia…E tuttavia temo che non sarà confermato. Il Presidente è convinto di essere un genio. E nella sua società non sopporta che ce ne siano altri. Per questa ragione ho paura che anche Capozucca non avrà vita facile. Spero di sbagliarmi e incrocio le dita in attesa delle geniali bausciate del presidente/padrone.

Dave
Dave
2 mesi fa

Il vero problema di questo campionato e` stato Di Francesco e le sue scellerate idee di calcio-bluff di scuola zemaniana. I giocatori non lo hanno mai sopportato fin dall’inizio (chiedere a Pavoletti) e, per fortuna, sono arrivati Semplici e Capizicca a bonificare lo spogliatoio. Speriamo che Giulini la smetta di prendere abbagli e confermi allenatore e direttore sportivo.

GP20
GP20
2 mesi fa
Reply to  Dave

Quel calcio non è un bluff.. visto che De Zerbi raccoglie frutti come Zeman a suo tempo ..
Un bluff è prendere un allenatore per un progetto e non verificare chi sta portando. Un bluff è far voltare la squadra a Carta..
Come è sbagliato cambiare adesso anche se Capozzucca conoscesse il nuovo Guardiola..
Con una difesa lenta.. Liko Cerri ..
Se cambi ritmo alla squadra ti infilano.
Bisogna cambiarne 7.
Fra un anno se vedrò 11 leoni frenati da Semplici cambierò idea.

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  Dave

Adesso che tutto è finito, possiamo dirlo una volta x tutte : scelta scellerata e sbagliata aver preso l’ Innominabile.
Tutto condito e dimostrato dai fatti.

zinnibiri
zinnibiri
2 mesi fa

La società deve analizzare bene un’annata particolare, dove sono intervenute tante componenti inusuali (preparazione precampionato nulla, covid, ecc). Io non amo gli allenatori che vogliono insinuare nella testa dei calciatori il loro modi di fare calcio. Preferisco i selezionatori che devono amalgamare il gruppo e fare esprimere i giocstori secondo le loro caratteristiche (non snaturandoli). Semplici è un ottimo selezionatore e lo ha dimostrato nelle 7 partite chiave del campionato, che può fare il salto di qualità col Cagliari. Juric è bravo ma è un allenatore integralista, Ranieri è selezionatore/allenatore e manager, è estremamente pragmatico ed efficace. A Capozucca la… Leggi il resto »

Pietro
Pietro
2 mesi fa
Reply to  zinnibiri

Lo volete capire o no ch Ranieri ha fatto il suo tempo!

Pinturicchio (quello piccanto)
Pinturicchio (quello piccanto)
2 mesi fa

solito cagliari di sempre che senza stimoli ripiomba nella mediocrita’ piu’ assoluta; comunque con condivido la scelta di partire con giocatori che molto probabilmente non ci saranno piu’ il prossimo campionato, quelli sicuri di rimanere, magari avrebbero avuto ben altra foga..

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa

Rispondo adesso al Tifoso Advert.
Non vedere le colpe dell’ ex allenatore è una cosa grave, tantissima confusione ed il non saper leggere le partite bastano già e avanzano.
I danni fatti da lui sono evidenti sotto gli occhi di tutti. UN FALLIMENTO TOTALE sia calcistico,sia di spogliatoio spaccato.
LA SERIE B ERA CERTA AL ?%
Di Fra vittima della società ??? Ma fammi il piacere, on difendiamo l’indifendibile.
Qui non si tratta di sparare sentenze, ne di essere simpatici o no, non voglio essere

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

Allora non ci capiamo. Rilegga da capo quello che ho scritto. Di Francesco ha le sue colpe ma figlie di una cattiva programmazione e di acquisti totalmente sbagliati. Se ha Hamilton dessimo un macchina con le ruote quadrate pensa che vincerebbe a mani basse i gran premi? No, non penso. Se sei bravo ma ti danno una squadra costruita male la colpa è della società.

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Advert

Se prendi Di Francesco, Giampaolo, Liverani, o anche un Conte per parlare di grandi squadre, alla base della tua scelta metti in conto, e da qui non puoi scappare assolutamente, che questi allenatori sono fermi in modo rigido sulle loro convinzioni e non cambiano mai dalle loro idee. Sono gli altri che si devono adattare. Sapendo questo come puoi prendere Di Fra, promettergli e garantirgli mari e monti e poi consegnargli una squadra totalmente opposta alle sue idee?

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Advert

Fare questo significa sconfessare dall’inizio la scelta dell’allenatore che hai ingaggiato. È tutta qui la questione. La colpa di Di Fra è quella di non aver voluto cambiare e di adattarsi. Ma la colpa è di Giulini che lo ha voluto, e ben conscio di chi si stava mettendo in casa, ha proseguito con la sua idea ovvero che la squadra era adatta cosa totalmente falsa.
Quindi ripeto che Di Fra ha delle colpe ma la maggior parte sono della società. E questa verità è incontrovertibile

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Advert

Semplici è un moderatore capace di adattarsi a quello che gli vien dato e riesce, come si è visto, a rimettere i tasselli al loro posto.
Ma parliamo di allenatori totalmente diversi.

Io sono sicuro che se adesso prendessimo Juric ,ad esempio, e non gli dessimo i giocatori che chiede farà la stessa fine di Di Francesco.

E sono sicuro che a febbraio la ritroverei a parlare allo stesso modo di Juric come parla ora di Di Fra. Matematico.

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  Advert

Sei un disco rotto !!!
Rispetto le tue opinioni, non leggerò altri tuoi commenti.
Con Semplici nessuno dei nuovi arrivati ha fatto la differenza, gli stessi giocatori ed il nuovo allenatore hanno cambiato marcia.
ALTRIMENTI ADESSO ERAVAMO IN B !!!
Il presuntuoso e permaloso ha fallito su tutti i fronti, innominabile ed indifendibile.

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

noioso e ti saluto , tu mi sembri il figlio del sig.Frongia ( non discuto le sue capacità e la competenza calcistica) ma tante sue “Notarelle” con evidente astio e rancore verso Giulini non mi trovano d’accordo.Pazienza !!!!
Semplici ha dimostrato che Ceppi,Liko,Deiola,Nandez, Pavoletti,Marin……….sono giocatori da Cagliari e si doveva e poteva fare di più.

Alex Zupo
Alex Zupo
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

Ciao Danilo! Infatti attribuire il disastro di Di Francesco a colpe della società…non ci siamo (Frongia incluso)…detto questo spero che Semplici resti, se l’alternativa è D’Aversa…passo e chiudo. FORZA CASTEDDU!!!

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  Alex Zupo

Speriamo in Semplici, l’alternativa è un giovane allenatore che abbia fame di calcio.
Non Juric,non D’Aversa. Ciao.
FORZA CAGLIARI !!!!!

Stefano
Stefano
2 mesi fa

Io a differenza della maggioranza di voi, sono un tifoso da televisione.
Quindi ho un quadro societario e di modulo di squadra un po limitato, non potendo leggere aggiornamenti quotidiani, se non tramite articoli e vostre repliche.
Ma sicuramente non dimentico….
Ora come ogni fine campionato, comincia la telenovela infinita di chi parte e chi arriva, e per me vedere ogni giorno dai tre quattro giocatori accostati al Cagliari diventa un po imbarazzante.

Stefano
Stefano
2 mesi fa
Reply to  Stefano

Un mio parere personale sarebbe quello di programmare con largo anticipo, vedi arrivo di Capozzucca, per dar modo a qualunque mister ci sia, di capire e valutare le doti e le caratteristiche dei giocatori.
Per Giulini…forse nell’interesse di tutti, sia meno tifoso, a sua detta, e un po più imprenditore, per risollevare la sua immagine e del Cagliari calcio….

Alberto Antonini
Alberto Antonini
2 mesi fa

Insomma , Frongia è dispiaciuto che a Cagliari non ci sia una contestazione di massa contro Giulini. Non sembra felice della salvezza.

Sant'Efisio
Sant'Efisio
2 mesi fa

E anche quest’anno e’ andato aff…
Ottimo Frongia.

massimo
massimo
2 mesi fa

La partita di ieri non contava nulla così come arrivare 17 o 14 .quello appena finito è stato un campionato brutto con errori di tutti e tanta tanta sfortuna(rog il covid che ha colpito tutti i migliori nel momento migliore).però siamo ancora in a grazie ad una serie fantastica .si perde una partita che non conta nulla ,peraltro dopo avere almeno 6 palle goal contro 2 del Genoa, e la nostalgia per l’uomo delle decisioni collegiali riprende implacabile e la squadra diventa un supermarket

giorgio
giorgio
2 mesi fa
Reply to  massimo

la partita contava molto non solo di prestigio x la società ma anche economici con diversi milioni di euro in +

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa

L’innominabile ex allenatore ha pagato x il modo,x l’atteggiamento,x la presunzione,x la permalosità, x i ruoli di Marin,Joao…ecc….
Basta e avanza !!!!!
Diamo i meriti a Capozzucca ( collante tra dirigenza,giocatori e allenatore) ed a Semplici che ci ha salvato quando eravamo già in B (assurdamente ma meritatamente).
Adesso ci vuole il coraggio di dire ” la tua avventura finisce qui”.
Facciamo qualche nome non a caso, Asamoah,Klavan,Rugani,Duncan,Simeone…………

Pietro
Pietro
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

Mi sa che sarà dura dar via Simeone…chi ha il coraggio di Accollarselo?

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  Pietro

In Spagna ha mercato.

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

Dal commento che hai scritto mi sorge il dubbio abbia letto l’articolo sopra riportato.

Di Francesco ha una minima parte delle colpe. Reo di aver insistito con il suo amato 433, aver provato a mettere giocatori chiave fuori ruolo. E, come sottolineato dal dott. Frongia, l’essere stato troppo passivo e accomodante con la Società. Questa che lo aveva annunciato in pompa magna promettendogli mari e monti, giocatori funzionali al suo gioco, Nainggolan come leader e l’idea di poter gestire la squadre come un manager all’inglese.

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Advert

Tutte fantasie. Di Francesco è stato parte in causa dello scempio di questa stagione ma allo stesso tempo è anche lui una vittima della Società.

Se devo dare delle percentuali, dire che le colpe sono 20% Di Francesco, incapace di alzare la voce e di adattarsi ai giocatori che aveva dopo diverse partite in cui era evidente l’impossibilità di seguire il 433; 80% alla Società. Giulini ha investito davvero tanti soldi. Grazie per questo amore.

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  Advert

Ho letto e riletto bene l’articolo, difendere l’ indifendibile ex allenatore da parte tua (20%di colpe) è assurdo, non dico altro.
Con questi giocatori andare in B (sicura) era uno scandalo,una vergogna calcistica.
Giulini ha investito,acquistato anche buoni giocatori, ha cannato completamente l’allenatore strapagandola senza risultati decenti.

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Advert

Ma se investi valanghe di danaro ma in modo scriteriato e senza una logica e meglio non fare nulla. In più affidare la squadra a un DS come Carta è stato un altro errore. Mi auguro che finalmente capisca che stare da solo al comando e decidere ogni cosa senza ascoltare chi ti sta intorno e paghi per consigliarti non è la scelta migliore. Spero Capozucca riesca a rimettere Giulini sulla retta via e gli consigli come meglio procedere. Capozucca l’esperienza la ha. Speriamo bene.

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

Cerchiamo di resettare questi ultimi due anni, ripartendo da basi solide.La società è seria,
Fiducia a Giulini,Capozucca e spero Semplici
(non Juric altro integralista del calcio),
lo zoccolo duro da cui ripartire c’è :
il ritorno di Radja, spero SuperCragno, Godin,Ceppitelli,Carboni,Rog, speriamo Nandez,Deiola, Marin e forse Liko.
Servono parecchi buoni giocatori x avere una rosa che minimo deve arrivare al 12′ posto.
FORZA CAGLIARI !!!!! SEMPRE !!!!!
P.S. smettiamola una buona volta con “l’ uomo solo al comando”. Grazie !!!!

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

L’uomo solo al comando è il problema che ruota intorno all’incapacità del Cagliari di fare il salto di qualità. Gli anni passati danno un’idea di come ragiona e si comporta. Lui decide e se chi gli sta intorno la pensa diversamente, viene tagliato. A titolo d’esempio Capozucca qualche anno fa e Carli l’anno scorso. Ancora non è chiaro? E’ un ottimo presidente ma deve smussare questo aspetto del suo carattere e lasciar fare a chi ha più competenze di lui. Col cuore non si può gestire la Società. Serve programmazione e logica nelle scelte.

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Advert

Ripeto. Se chiamassi Guardiola, il migliore allenatore del mondo, e non gli comprassi i giocatori che servono al suo gioco, farebbe la stessa fine di Di Francesco questo anno. Con la differenza, secondo me, che Guardiola primo non si sarebbe manco seduto sulla panchina, una volta capito di essere stato fregato si sarebbe o dimesso o forse, decidendo di restare, sarebbe riuscito a cambiare faccia alla squadra mettendo gli uomini al posto giusto.

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

Dimenticavo il giovane Sottil, che ha dimostrato di essere forte e adatto al Cagliari. Peccato x gli infortuni, io fossi la dirigenza proverei a riportalo a CA.
Dimenticavo anche: via Pereiro,via Zappa in prestito, via l’inutile e non utilizzato Tripaldelli, Tramonti in prestito.
RI……FORZA CAGLIARI !!!!!

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Danilo BG

Sono d’accordo che debbano essere fatti dei tagli. Non volendo fare nomi, una cosa deve essere chiara. Se tieni Semplici, o venisse Juric o Ranieri, si dovrebbe costruire una squadra secondo le loro richieste. Vuoi il regista? Prendiglielo. Vuoi due esterni alla fares e lazzari? Prendiglieli. Ovvero se prendi un allenatore seguilo nelle scelte e richieste che presenta. Altrimenti non avrebbe il minimo senso iniziare la stagione per svegliarsi a febbraio e dover disfare tutto.

Advert
Advert
2 mesi fa
Reply to  Advert

Ps. Saper giocare a Football Manager non vi da automaticamente le competenze per sentenziare a destra e a manca giudizi come foste i salvatori della patria.

Ogni tanto risultate stucchevoli nella ripetitività dei commenti. Almeno cambiate disco altrimenti diventate noiosi.

CM
CM
2 mesi fa

ato da parte sinistra. Poi è andata come sappiamo. Non dimentichiamoci che i soldi fino a prova contraria li tira lui fuori dalla tasca e che se probabilmente non avesse acquistato lui, magari il Cagliari sarebbe la succursale del Leeds o peggio del Brescia. Detto questo io non sono un fan di Giulini, ma non mi sembra di vedere la fila di Emiri o Sceicchi pronti a comprarsi la nostra amata squadra del cuore (ahimè) . Buona domenica

CM
CM
2 mesi fa

Gentilissimo Dott. Frongia, la sua analisi della stagione non fa una piega. L’unico punto su cui non mi trovo d’accordo sono le troppe critiche all’operato presidenziale che lei spesso definisce “uomo solo al comando”. È vero che Giulini spesso sbaglia o spinto dalla sua inesperienza ha fatto delle scelte azzardate che si sono rivelate dei disastri completi, ma mi pare che quando annunciò l’ingaggio di :Di Francesco, Godin, Naingolan, Sottil e Ounas tutti erano entusiasti e sicuri di un campion

Silvio
Silvio
2 mesi fa
Reply to  CM

Ma questa esperienza quando viene acquisita, dopo sette anni ancora a ripetere sempre gli stessi errori.

CM
CM
2 mesi fa
Reply to  Silvio

In effetti……

Anto 67
Anto 67
2 mesi fa

Tabula rasa praticamente? Come essere retrocessi..?

Claud
Claud
2 mesi fa

Articolo che da delle riflessioni. Parto dagli Orrù. Senza di loro abbiamo perso una trentina d’anni sia a livello di crescita di squadra, società e ci metto anche il problema stadio. La squadra messa a disposizione di Di Francesco era una squadra destinata a soffrire per tutto il campionato. Di Francesco ci ha messo del suo e ci siamo infilati in un tunnel. A Semplici il compito di tappare i buchi. Ci è riuscito evitando alla società il deprezzamento di tutta la rosa, continuare a percepire i

Claud
Claud
2 mesi fa
Reply to  Claud

diritti tv per la serie A. Quindi missione compiuta. Io, da tifoso ricorderò l’impresa di Semplici. Mi sarei aspettato la riconferma immediata del tecnico un minuto dopo la fine della gara tra Benevento e Crotone. Così non è stato. Il presidente ha altre idee. A lui piace chiudere un capitolo ed aprirne un altro perchè forse fanno tutti così, basta vedere quello che succede in tutte le altre squadre. Sono finiti quei tempi in cui il tifoso prima amava i propri giocatori e allenatori, oggi i

Claud
Claud
2 mesi fa
Reply to  Claud

presidenti pagati dalle tv non ti danno più il tempo di ricordare chi ha vestito la maglia rossoblù. Meno male che ricordiamo almeno i colori.

ZioFranco
ZioFranco
2 mesi fa

Notarelle mie personali. Semplici non verrà riconfermato e arriverà uno tra Ranieri , sponsor Giulini o Juric, sponsor Capizucca che mi sembra strano venga defenestrato. Se così fosse, sarebbe giusto contestare ad oltranza se non altro per il modo in cui avvegono le defenestrazioni. Pavoletti e JP restano. Simeone e Cragno via, Nandez vedremo. Ceppi rinnova. Radja torna e rimane senza spendere nulla (alla Godin). Vedremo chi ne azzeccherà di più

Sandr5o70
Sandr5o70
2 mesi fa
Reply to  ZioFranco

Capozucca e 5 o 6 giocatori
Gli altri affancxlo tutti.
Io non dimentico 19 sconfitte così facilmente
TABULA RASA O QUASI altrimenti l andazzo sarà quello anche l anno prossimo

Advertisement

(SONDAGGIO) – Nandez in partenza, come sostituirlo?

Ultimo commento: "MA TUI BIVISI INNNOI IN SA TERRA O TEISI SA RESIDENZA IN SA LUA?"

Nandez, in caso di partenza i lettori di CalcioCasteddu punterebbero su un assistman

Ultimo commento: "Nandez un ottimo calciatore duttile, speriamo venga sostituito degnamente, tuttavia anche lui ha avuto in questi due anni delle pecche nei momenti..."

I lettori di CalcioCasteddu hanno scelto: Godin è da tenere a tutti i costi

Ultimo commento: "Godin,Nandez e Naingollan: due su tre devono restare per garantire la salvezza; o almeno sostituiti con giocatori di pari valore, ciò che mi sembra..."

(SONDAGGIO) Godin si allontana, chi per sostituirlo?

Ultimo commento: "il vero Godin si è visto a fine campionato ed in paticolare contro il milan, tirava fuori di tutto anche al posto di cragno"
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Xche ci mettete in difficolta 2 canpioni in canpo e fuori. Forza Casteddu.mia Madre Cagleritana .Pandori Amelia.e mio Figlio direttore Sportivo..."

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Ultimo commento: "Che dire di Gigi Riva, sei unico al mondo, hai rinunciato a tantissimi soldi per stare in una terra povera che ti hanno voluto bene, io ho avuto un..."

Altro da News