Resta in contatto

Approfondimenti

Walukiewicz, altro che Premier. Involuzione netta, urge tornare con i piedi per terra

Tutti in discussione dopo l’ultima debacle, compreso il difensore polacco apparso in netto calo nell’ultimo periodo

IL CASO. Dal sogno Premier alla realtà di acqua ce ne passa. Se è vero come dice Di Francesco che i giovani vanno aiutati a crescere e non criticati al primo errore, è altrettanto giusto però che qualche bacchettata arrivi quando i ragazzi perdono la bussola. È il caso di Sebastian Walukiewicz, talento classe 2000 che in questa stagione si è messo in luce nonostante la squadra rossoblù sia sempre stata tutt’altro che esaltante in fase difensiva, ma che ora vive un momento di appannamento totale.

SVEGLIA. Dormita sul gol di Sau, contrasto aereo troppo blando sulla rete di Tuia. Una prestazione da dimenticare quella contro il Benevento da parte di Walu, ma non l’unica di questo periodo sfortunato. Impacciato contro il Napoli, in balia di Lukaku e Sanchez per gran parte di gara contro l’Inter, dove non è esente da responsabilità sul gol di D’Ambrosio. Spaesato contro la Roma soprattutto sulle palle inattive (una croce quest’anno) dove si fa sovrastare da Cristante e Kumbulla. Decisamente meglio contro Verona e Parma, anche se contro gli scaligeri è lento a coprire la profondità in occasione del gol di Zaccagni.

TUTTI IN DISCUSSIONE. Insomma un mese non facile per quello che è diventato a tutti gli effetti un patrimonio del Cagliari. C’è da ritrovare subito lo spirito della primissima parte di stagione dove davvero si era intravisto un potenziale notevole. Soltanto Cragno e Joao Pedro hanno giocato più minuti di lui in campionato, segno della grande stima che Walukiewicz gode da parte del tecnico. Il momento di crisi però mette in discussione tutti e il giovane centrale non deve sentire il suo posto blindato. Quindi meglio tornare con i piedi per terra, dimenticare gli accostamenti alle big di Premier League e lavorare a testa bassa, bassissima, per uscire dalle sabbie mobili insieme al gruppo.

99 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
99 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Non credo possa essere Agostini il nuovo ct. Non mi sembra all'altezza."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti