Resta in contatto

Rubriche

Ex rossoblù – Acquafresca, addio al calcio: “Sempre grato al Cagliari”

Classe 1987, il centravanti torinese ha detto basta. Con la maglia dei sardi centocinque presenze e trentadue reti in Serie A

Robert Acquafresca ha raccontato, in un’intervista fiume rilasciata ai microfoni di Tuttomercatoweb, i motivi che lo hanno spinto a ritirarsi dal calcio giocato.

BASTA CON IL CALCIO GIOCATO.C’erano delle possibilità ma non è arrivato quello in cui speravo. Le mie aspettative erano quelle di ricevere almeno la proposta di un bel progetto, cosa che purtroppo non si è verificata. Certamente il Covid ha accelerato la mia decisione. Ma è stata tutta una serie di cose che mi hanno portato a questa decisione“.

GRATO AL CAGLIARI.Il Cagliari è la mia squadra, è dove ho toccato il punto più alto esprimendomi nel miglior modo possibile. Sarò sempre grato a questa società. E poi mia moglie è sarda, la qualità di vita è altissima. Ho anche fatto parte della nazionale sarda e la cosa mi ha fatto piacere perché significa che ho lasciato un buon ricordo a Cagliari. Mi hanno fatto sentire uno di loro“.

UN SOGNO.Il calcio è stato un grande sogno per me, ed è stato un onore arrivare a determinati livelli. Quando ripenso a mio papà e mia mamma che non mangiavano per portarmi all’allenamento posso dire di essere uno che ce l’ha fatta“.

IL MIRACOLO.La salvezza miracolosa con Ballardini (stagione 2007/08) fu qualcosa di miracoloso. Feci 10 gol, avevamo uno squadrone. Futuro? Mi vedo in un ruolo dirigenziale“.

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."

(SONDAGGIO) Keita, merita una chance dall’inizio a Udine?

Ultimo commento: "Sii,Keita e Pereiro...un po di panchina per Joao la papera"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"Bonimba", uno dei più forti attaccanti rossoblu

Roberto Boninsegna

Altro da Rubriche