Resta in contatto

Approfondimenti

Serie A, il punto. Cagliari: serve vincere. Imparare dal trio Milan, Inter e Juventus

Alla Sardegna Arena i rossoblù hanno lasciato sul campo un successo che manca da sei gare. salto di qualità rimandato

Un punto. Un altro punto che fa classifica, quello ottenuto ieri dal Cagliari alla Sardegna Arena contro l’Udinese, figlio di una super punizione di Lykogiannis (la seconda perla dopo quella con il Crotone) e del gol dell’appena entrato Lasagna. In mezzo una bella partita con i friulani più intraprendenti e pericolosi verso Cragno. Appare evidente che il lavoro che sta facendo un tecnico top come Di Francesco che debba ancora essere migliorato, ma sono i giocatori che vanno in campo, non l’allenatore che (a livelli importanti lo ha già fatto). A questa squadra manca la cattiveria di approcciare le gare e, quando è in vantaggio, di chiuderla. Il problema è sempre lo stesso. La classifica è sostanzialmente buona, con un vantaggio rassicurante sulla zona calda (vista la pochezza delle avversarie) e la parte sinistra sempre li a portata di mano, a tre punti, ma non raggiunta. Il motivo? Manca qualcosa. Bisogna lavorare e lavorare in allenamento per non lasciare nulla di intentato. Anche dopodomani sera, nell’ultima fatica di questo 2020 contro una Roma ferita dal pesante ko in casa dell’Atalanta. Che ha dimostrato, in svantaggio, che le gare vanno sempre giocate.

COSA HA DETTO LO SCORSO TURNO. La lotta al vertice è appassionante con almeno tre squadre che se la possono giocare. Il Milan, grande prova di forza non solo per il gol lampo di Leao dopo 6 secondi e 76 centesimi in casa del Sassuolo, mantiene la vetta con un punto in più sull’Inter, che ha faticato non poco attendendo uno Spezia quadrato, e 4 sulla Juventus, devastante a Parma sabato. Domani giorno importante per i bianconeri con la sentenza definitiva per la partita non giocata con il Napoli. Al momento i bianconeri hanno 3 punti in più con il 3-0 a tavolino, ma nulla è certo. Di certo c’è invece la brutta prova della squadra di Gattuso battuta 2-0 a Roma da una Lazio a tratti perfetta. La vittoria dei biancocelesti e quella dell’Atalanta ha compattato il gruppo, con i nerazzurri a quota 21 che devono recuperare la partita alla Dacia Arena (non disputata per maltempo) contro l’Udinese, che può portare la compagine a 24 e rientrare nel giro scudetto.

Stanno tornando nei ranghi Sassuolo e Hellas Verona, mentre in mezzo alla graduatoria c’è la Sampdoria, dopo il 3-1 su un bel Crotone. Posizione tranquilla per Udinese, Benevento, Cagliari e Bologna. Il Parma nel guado, mentre dalla Fiorentina al Crotone la lotta per evitare gli ultimi tre posti è iniziata, con i viola che hanno qualcosa in più ma che non sprigionano nonostante Ribery e domani sono attesi allo Stadium da una Juventus che sta assimilando le idee di Pirlo e viaggiando a mille. Certo, l’ostacolo è dietro l’angolo, ma alla vigilia il pronostico del match è 1 fisso.

IL PROSSIMO TURNO. Da tripla invece il confronto che apre (domani alle 18,30) la quattordicesima giornata, l’ultima sessione di partite di un tribolato anno solare 2020, condizionato dalla pandemia da Coronavirus, che allo Scida vedrà opposte il Crotone ultimo con 6 punti e il Parma cinque punti avanti. Stroppa e Liverani fanno giocare bene le loro squadre, ma per salvarsi non basta: occorre vincere. Gara in onda su Dazn. Su Sky invece Juventus-Fiorentina.  Ben otto le gare in programma mercoledì. Un interessante Hellas Verona-Inter (bel duello Juric-Conte) su Sky Calcio alle 18,30. Sulla stessa emittente alle 20.45 Bologna-Atalanta, Napoli-Torino, Sampdoria-Sassuolo , il derby ligure Spezia-Genoa e Udinese-Benevento . Su Dazn invece Roma-Cagliari e Milan-Lazio, la prima sul canale 212, la seconda sul 209.

 

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Esatto. Al posto dei cinesi tipo mister li', allora meglio giulini. Arrivasse un compratore serio allora sarebbe tutt'altro discorso"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti